raimondo ruggieri
Maria Francesca Tona e un'immagine dello zio

Ultimo giro di lancette e domani, su Facebook, un’anteprima speciale: un trailer nel giorno dell’anniversario della morte del grande Raimondo Ruggieri. In attesa della proiezione completa del cortometraggio vero e proprio che avverrà, a San Cataldo, a fine agosto.

Prodotto da Eikona Film, in collaborazione con la Raimondo Ruggieri Art Company, il cortometraggio è stato realizzato sinergicamente con la scuola di cinema “Piano Focale” diretta dal regista Giuseppe Gigliorosso.

Sono ancora in corso le riprese del cortometraggio, fanno sapere dalla produzione. Ancora un po’ di lavoro e poi avremo modo di apprezzare questo progetto che illustra una figura importante della Cultura del nostro territorio. Raimondo Ruggieri morì prematuramente nel 2014.

“Sono da sempre convinta che nulla accade per caso”, dichiara Maria Francesca Tona, presidente dell’associazione. “La mia totale abnegazione di tenere viva la memoria di mio zio, mi porta a parlare di lui, a decantarne le lodi, a descrivere il suo attaccamento alle tradizioni, all’arte, alla cultura in genere”.

“Spesso mostro le foto della sua collezione di riproduzioni storiche, i video dei suoi lavori… e parlo, parlo di lui, sempre – continua -. Dal confronto con il direttore di produzione Marco Lorusso, nasce quindi l’idea di raccontare per immagini parte della sua storia. Il mio rammarico di non poter organizzare in teatro qualcosa si è trasformato in gioia ed entusiasmo nel dare vita a questo progetto che senza Giuseppe Gigliorosso, Marco Lorusso e la Scuola di Cinema Piano Focale non avrei mai potuto concretizzare”.

raimondo ruggieri
Un’immagine emblematica

“Abbiamo effettuato le riprese a Palermo, raccontando la ricerca di un freelance che incaricato di scrivere un articolo su di un artista a lui sconosciuto, decide di approfondirne la conoscenza, quasi come una fissazione che lo porta a scoprire che ciò che ha lasciato, le sue idee, la sua voglia di fare, sono ispirazione e idea per andare avanti e continuare la sua opera, crescendo ogni giorno di più”, sottolinea Maria Francesca Tona.

All’interno del cortometraggio sono inserite immagini di repertorio. La presidente ringrazia, a vario titolo, tutti coloro che hanno contribuito. Grazie alla collaborazione di diverse persone, è stato possibile realizzare “questo sogno”.

MICHELE BRUCCHERI

LEGGI ANCHE: SAN CATALDO, “COCCI” PER RICORDARE IL GRANDE RAIMONDO RUGGIERI