mille
Presidio ospedaliero Sant'Elia di Caltanissetta

Sono poco meno di mille – ad oggi – i casi attualmente positivi nel Nisseno. Per essere più esatti e precisi, le infezioni momentaneamente in provincia di Caltanissetta sono 994. Di questi, 51 sono pazienti ricoverati presso il reparto di Malattie infettive. Ed ancora: due sono pazienti in rianimazione e altri tre sono ricoverati fuori provincia.

mille
Presidio ospedaliero Sant’Elia di Caltanissetta

C’è purtroppo da dar conto dei tre decessi (erano ricoverati in degenza ordinaria). Erano pazienti di Caltanissetta, Butera e Niscemi.

I numeri del contagio odierno sono pressoché inesistenti. Infatti, secondo il consueto bollettino dell’Asp di Caltanissetta oggi sono certificati appena cinque nuovi casi positivi: quattro riguardano il capoluogo e uno Gela.

In merito ai ricoveri, ci sono da registrare tre nuovi pazienti: uno di Caltanissetta, uno di San Cataldo e uno di Milena.

Sono stati dimessi, frattanto, due pazienti. Erano in degenza ospedaliera una persona di Niscemi e una di Campofranco.

È stato trasferito fuori provincia un paziente di Niscemi. E se nella giornata odierna vi sono appena cinque nuove infezioni, bisogna registrare un buon numero di guarigioni. Sono infatti 89.

Nel dettaglio, ecco i numeri di oggi a cura dell’Asp nissena: 39 sono di Niscemi, 21 di Gela, 14 di Caltanissetta, 5 di Mussomeli, 3 di Santa Caterina Villarmosa, 3 di Sommatino, 2 di Butera, 1 di Mazzarino e 1 di Campofranco.

Infine, comune per comune (i dati più significativi) ecco l’aggiornamento epidemiologico. Butera ha 29 casi positivi, Campofranco 24, Caltanissetta 129, Gela 302, Mazzarino 28, Mussomeli 18, Niscemi 327, Riesi 17, San Cataldo 37, Santa Caterina Villarmosa 17, Serradifalco 19, Sommatino 31.

Per tutta la settimana, la nostra Sicilia – declassata a zona gialla – ha avuto leggeri miglioramenti per quanto concerne il contagio. Anche il Nisseno ha beneficiato dall’andamento generale. Essere al di sotto dei mille contagi, attualmente, è motivo di sollievo. Tuttavia, bisogna ancora non abbassare la guardia.

Tutto, ovviamente, dipenderà dai comportamenti delle persone e noi speriamo vivamente che siano sempre all’insegna della prudenza e della massima responsabilità.

MICHELE BRUCCHERI   

LEGGI ANCHE: NUMERI DEL CONTAGIO NISSENO: 104 NUOVI CASI (50 A GELA, 18 A MAZZARINO E 12 A RIESI)

CORONAVIRUS, IL SINDACO DI SERRADIFALCO AGGIORNA SULLA SITUAZIONE EPIDEMIOLOGICA