borgo dell'accoglienza

“La nostra cultura politica, che fa riferimento agli ideali e ai valori che si esprimono nel Partito della Rifondazione Comunista, e i ruoli istituzionali che ricopriamo ci impongono di prender posizione sui gravi fatti che stanno interessando il popolo palestinese”.

A dichiararlo, in una nota congiunta, due esponenti politici e amministratori di Sutera: Pietro Alongi (vicesindaco) e Nuccia Malta (presidente del Consiglio comunale).

“Sutera, Borgo della Accoglienza, ripudia la guerra in ogni sua forma – scrivono entrambi nel comunicato stampa – e auspica un immediato cessate il fuoco ed una immediata ripresa del dialogo internazionale al fine di pervenire al riconoscimento dello Stato Palestinese”.

LEGGI ANCHE: “PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA DI SUTERA SI PRESERVANO GLI AFFRESCHI DELLA CAPPELLA SAN MARCO”