Il contagio nel Nisseno avanza
Presidio ospedaliero Sant'Elia di Caltanissetta

I numeri del contagio “parlano”. Oggi (ieri, in base ai dati del report dell’Asp nissena) i casi positivi, in provincia di Caltanissetta, sono 569 (più 32 rispetto al giorno prima). I pazienti in Terapia intensiva, attualmente, sono due (quelli in Malattie infettive 28 – uno è ricoverato fuori).

La Voce del Nisseno, in base agli articoli dei mesi scorsi da noi pubblicati (tra il 2 e il 3 di ogni mese), illustra l’evoluzione dell’epidemia nel nostro territorio. Partiamo da settembre: vi erano, complessivamente, 1.634 casi positivi (52 ricoveri in degenza ordinaria). Il mese dopo – ottobre – un vistoso miglioramento: 309 infezioni e 25 ricoveri ospedalieri in Malattie infettive. Lo scorso mese: 222 degenze ordinarie e 12 ospedalizzazioni. La curva, in quel periodo, scendeva. Ora invece risale.

Infatti sono 569 le infezioni globali nel Nisseno e 28 ricoveri in Malattie infettive. C’è un incremento di quasi tre volte, rispetto a novembre. Bisogna dunque stare attenti. Immunizzarsi: chi per la prima volta e chi – in tanti speriamo – con la terza dose.

Dopo questa premessa importante basata sui numeri reali, vi forniamo i numeri di ieri diffusi dall’Asp di Caltanissetta. Nelle ultime ore si sono registrati ben 48 casi positivi. I nuovi pazienti affetti da Covid-19 sono così distribuiti: 22 di Gela, 12 di Mussomeli, 9 del capoluogo nisseno, 3 di Niscemi, 2 di San Cataldo. Fanno appunto 48.

Tre pazienti sono ricoverati in degenza ordinaria: uno di Gela, uno di Santa Caterina Villarmosa e uno di Mussomeli. È stato trasferito in Terapia intensiva un paziente di Riesi. È stato dimesso – dal reparto di Malattie infettive – un paziente di San Cataldo.

sono 569
Operatrice sanitaria in ospedale

Passiamo alle guarigioni. Sono appena venti. Così distribuite, territorialmente: cinque di Acquaviva Platani, tre di Niscemi, due di Mazzarino, due di Gela, due di Villalba, due di Mussomeli. Una guarigione rispettivamente anche per Caltanissetta, Riesi, Delia e San Cataldo.

Sono 569 – in provincia di Caltanissetta – le infezioni da curare. Aggiornate a ieri, in virtù del bollettino. Di queste, 28 sono ospedalizzazioni in Malattie infettive (un paziente è ricoverato fuori provincia) e due in Terapia intensiva.

Ecco aggiornata la situazione epidemiologica nissena, comune per comune, dopo aver fornito i numeri del contagio e delle guarigioni.

Ad Acquaviva Platani, i casi positivi sono 11 (un paziente è in Malattie infettive); a Butera 22 (un paziente in Malattie infettive), a Campofranco 14 (un paziente è in Malattie infettive), a Caltanissetta 81 (tre i ricoveri in Malattie infettive), a Delia 6, a Gela 116 (sette in Malattie infettive), a Mussomeli 106 (tre in Malattie infettive), a Niscemi 88, a Resuttano 2.

Ed ancora: a Riesi 59 (sei in Malattie infettive e un paziente in Terapia intensiva), a San Cataldo 29 (un paziente in Terapia intensiva e due pazienti in Malattie infettive), a Santa Caterina Villarmosa 7, a Serradifalco 3 (un paziente è ricoverato fuori provincia), a Sommatino 1, a Sutera 2, a Vallelunga Pratameno 3 e a Villalba 19 (quattro in Malattie infettive).

MICHELE BRUCCHERI

LEGGI ANCHE: VERDIANA MORREALE: “LEGGERE IL GIORNALE SIGNIFICA MANTENERE IL CONTATTO CON LE PROPRIE RADICI”

LISA BERNARDINI: “CONTINUA A RACCONTARE VICENDE, PERSONE, MOTIVAZIONI E CURIOSITÀ”