ballottaggio
Le bandiere dal Comune di San Cataldo

Ballottaggio, a San Cataldo, tra Comparato (centrosinistra) e Vassallo (centrodestra). Tra due settimane uno dei due candidati sarà eletto sindaco. Gioacchino Comparato ha ottenuto 2.830 voti di preferenza, mentre Claudio Vassallo 2.233 (i dati sono aggiornati a tutte le 28 sezioni, ndr).

ballottaggio
Gioacchino Comparato

A San Cataldo ha votato poco meno della metà degli aventi diritto, ovvero il 47,59%. Nel dettaglio gli elettori che si sono recati alle urne sono stati 11.715 (gli aventi diritto erano 24.617). Nella precedente consultazione elettorale votò il 55,34%.

ballottaggio
Claudio Vassallo

Bassa quindi l’affluenza, nonostante i candidati alla carica di sindaco fossero ben sette, con l’appoggio di parecchie liste elettorali per il rinnovo del Consiglio comunale.

Ecco i numeri. I candidati alla carica di sindaco di San Cataldo sono: Giuseppe Scarantino (Le Spighe) che ha ottenuto 1.333 voti pari all’11,7%; Luigi Cuba (Forza Italia e Democrazia cristiana) che ha raccolto 1.086 preferenze (pari al 9,6%); Claudio Vassallo (sostenuto da Lega, Fratelli d’Italia e Tradizione e Futuro) che ha ottenuto 2.233 voti, pari al 19,6%.

Ed ancora: Gioacchino Comparato (appoggiato da Pd e M5S) ha raccolto 2.830 preferenze (pari al 24,9%); Michele Maria Intilla (Sicilia Nuova e Scruscio), ha raccolto 1.280 voti (pari all’11,3%); Valerio Ferrara (La nostra San Cataldo e Ferrara Sindaco) ha racimolato 600 voti (pari al 5,3%) e Giampiero Modaffari (appoggiato dalle liste Riprendiamoci la Città e Amiamo San Cataldo) ha ottenuto 2.008 voti (pari al 17,7%).

ballottaggio
L’ex sindaco Giampiero Modaffari

Ballottaggio in programma per domenica 24 ottobre. I sancataldesi dovranno scegliere tra l’avvocato Comparato e il commercialista Vassallo.

Ovviamente le prossime due settimane saranno decisive, determinanti, per l’elezione del sindaco.

A Vallelunga Pratameno è stato eletto sindaco Giuseppe Montesano, medico di famiglia e già sindaco del paese.

MICHELE BRUCCHERI

LEGGI ANCHE: LUCIANO VIOLANTE: “BISOGNA IMPOVERIRE LA MAFIA”

GIANFRANCO FINI: «I GIOVANI DEL NISSENO CHIEDONO DI ESSERE MESSI ALLA PROVA»

SALVATORE CUFFARO: «LA POLITICA LA SI FA O LA SI SUBISCE»