I contagi da Coronavirus
Presidio ospedaliero Sant'Elia di Caltanissetta

Venti guarigioni e diciassette nuovi pazienti positivi che hanno contratto il Sars CoV-2 nel Nisseno nelle ultime ore. I dati, diramati ieri dall’Asp di Caltanissetta, certificano che la curva del contagio non è, al momento, preoccupante e che con costanza si registrano diversi guariti.

venti guarigioni
Dati Covid-19 dell’Asp di Caltanissetta

Ormai, da alcune settimane c’è questo buon vento! E da oggi, dopo parecchie settimane, la Sicilia esce dalla “quarantena”. Riconquista, finalmente, la zona bianca (dallo scorso 30 agosto eravamo in zona gialla).

Ovviamente, tutto ciò comporta qualche allentamento normativo. Però bisogna mantenere comportamenti responsabili e prudenti. Da oggi, dunque, non ci sarà più obbligo di mascherina all’aperto, cadono le restrizioni per bar e ristoranti…

Calo del contagio, quindi. I casi giornalieri, riferibili alla giornata di ieri, sono stati 17: 11 pazienti di Gela, 2 di Caltanissetta, 2 di Marianopoli, 1 di Niscemi e 1 di San Cataldo.

È stato ricoverato in degenza ordinaria un paziente di Gela. Si registra anche un decesso: un paziente sempre della città del Golfo.

Venti guarigioni. Così distribuiti: 7 pazienti di Niscemi, 5 di Gela, 3 di Butera, 3 di Caltanissetta, 1 di Riesi e 1 di San Cataldo.

Attualmente, dunque, in provincia di Caltanissetta le infezioni da curare sono 264. I ricoverati, ad oggi, presso Malattie infettive sono 21. Un paziente è ricoverato fuori provincia.

La distribuzione territoriale del contagio è così articolata: Butera 8, Caltanissetta 51, Delia 18, Gela 109, Marianopoli 12, Mazzarino 3, Mussomeli 7, Niscemi 16, Riesi 7, San Cataldo 13, Santa Caterina Villarmosa 1, Serradifalco 12, Sommatino 3 e Villalba 3.

A tambur battente, i comuni proseguono con la campagna vaccinale in collaborazione con l’Asp nissena. Sostanzialmente, le percentuali sono buone ovunque. Però bisogna continuare per intercettare i titubanti. Gli esperti, come si sa, sostengono che una vaccinazione di massa contrasta efficacemente e meglio il Covid-19.

Riepilogo dei dati del Nisseno: venti guarigioni e diciassette nuove infezioni, ma anche un decesso (un paziente di Gela).

MICHELE BRUCCHERI 

LEGGI ANCHE: TANIA ZAMPARO: “SE DOVESSI VIVERE AL SUD, VIVREI IN SICILIA”