venti anni fa
Padre Salvatore Randazzo

Venti anni fa, come oggi, don Salvatore Randazzo veniva ordinato presbitero. Un sacerdozio vissuto per metà (dieci anni) tra Campofranco, Caltanissetta e Milena e per l’altra metà (dieci anni) a Serradifalco, in pratica sino a ieri.

Venti anni fa, dunque, è stato ordinato sacerdote dal vescovo della diocesi nissena, Alfredo Maria Garsia. Era infatti il primo luglio 2001. Padre Salvatore Randazzo, 46 anni, di Mussomeli, è nato in Germania.

venti anni fa
Padre Randazzo in un evento musicale presentato da Michele Bruccheri

Dopo la sua ordinazione sacerdotale, il vescovo gli ha affidato, pastoralmente, il paese di Campofranco. Dopo due anni di attività, dal 2003 al 2005 viene trasferito a Caltanissetta. Esattamente nella parrocchia San Biagio.

Successivamente, dal capoluogo nisseno torna nel Vallone. Nella fattispecie a Milena. Esercita il suo ministero pastorale – dal 2005 al 2011 – a Milena. Sono sei anni di impegno e di lavoro in favore del paese delle robbe.

Nell’agosto 2011, il vescovo lo trasferisce a Serradifalco. È stato vicario parrocchiale presso la Chiesa Madre, sotto l’arcipretura di padre Giovanni Galante (anche lui – da oggi – non è più attivo in paese, ma a San Cataldo come rettore alla San Francesco e collaboratore alla Santo Stefano). Questi ultimi dieci anni sono stati intensi e più ricchi di esperienze.

Agli inizi di aprile, il vescovo Mario Russotto ha disposto una serie di avvicendamenti. E tra questi, anche il trasferimento di padre Salvatore Randazzo. Ora è in servizio a Mussomeli, come cappellano presso le Suore Mercedarie e Santa Maria dei Monti. È anche assistente spirituale per Casa Famiglia Rosetta, sezione di Mussomeli, appunto.

Come si sa, ormai, anche padre Diego Trupia è stato trasferito (inizialmente come arciprete a Montedoro, poi a Caltanissetta). E proprio nella “sua” Immacolata Concezione, c’è padre Calogero Mantione, già parroco a Mussomeli. Al posto invece di padre Galante, arriva l’arciprete Biagio Biancheri da San Cataldo (vicario parrocchiale è don Vincenzo Sciacchitano).

Venti anni fa, come oggi, padre Randazzo diventava prete e, come lui stesso ha pubblicamente ammesso, gli ultimi dieci hanno avuto una marcia in più. Soprattutto gli ultimi tre anni. Si riferisce, principalmente, alle numerose e qualificanti attività in seno all’associazione onlus “Don Pino Puglisi”.

Ma di cose pregevoli e importanti, padre Randazzo, ne ha fatte, a Serradifalco, nell’ultimo decennio. Su tutto, ricordiamo i vari Festival dell’Educazione, i Grest, l’oratorio Chiara Luce Badano… Ci fermiamo, per non fare un pedissequo elenco della spesa.

Numerosi progetti che con la grazia di Dio sono stati portati avanti, aiutando concretamente i poveri e gli ultimi. Oggi però è giorno di festa e di ringraziamento. La Voce del Nisseno che si pregia della sua forte e sincera amicizia, gli fa i migliori auguri di “buon compleanno sacerdotale”.

MICHELE BRUCCHERI     

LEGGI ANCHE: L’ABBRACCIO DI SERRADIFALCO ALL’ARCIPRETE GALANTE E AL VICE PARROCO RANDAZZO