totò bruno
L'atleta serradifalchese Totò Bruno

Totò Bruno, atleta di Serradifalco, ottiene uno strepitoso successo alla Super Maratona dell’Etna. Dopo ben 43 chilometri, sostanzialmente, arriva al traguardo sesto nella sua categoria e si piazza al 97° posto assoluto. Con un tempo che vi forniamo in modo minuzioso: 5 ore, 48 minuti e 33 secondi.

totò bruno
L’atleta serradifalchese Totò Bruno

“Un’altra impresa, un altro traguardo, un’altra avventura incredibile. Totò Bruno ci ha stupito ancora una volta”, asseriscono gli amici che difendono i colori sociali dell’Asd Corri Serradifalco. Una compagine affiatata e ben collaudata, che sovente ottiene prestigiosi trofei e riconoscimenti.

“La tua perseveranza, la tua costanza e la tua passione sono da stimolo per ognuno di noi”, ribadiscono all’unisono i suoi amici e compagni di avventura agonistica. “Grazie Totò per queste bellissime emozioni che ci fai vivere. Alla prossima”, è l’auspicio.

Totò Bruno, docente di clarinetto presso l’Istituto comprensivo D’Arrigo Tomasi di Lampedusa, pettorale 218, ha sbaragliato i numerosi avversari in occasione di questa 14^ edizione, una gara di interesse nazionale.

Una vetrina sportiva importante. In un palcoscenico unico e suggestivo: la Super Maratona dell’Etna, appunto. Una gara impegnativa, una corsa in montagna che si disputa ogni anno sull’Etna.

È conosciuta come quella col più grande dislivello del mondo, visto che la partenza è a Marina di Cottone, circa 0 m s.l.m., mentre l’arrivo è ai crateri sommitali etnei, quota 3000 metri dopo 43 km.

La Asd Corri Serradifalco è stata rappresentata “dal nostro atleta Totò Bruno”. Dopo mesi di sacrifici, allenamenti, rinunce, fatiche, “adesso è il tuo momento”, gli avevano scritto gli amici. “Non solo noi come Squadra, ma tutta Serradifalco è stata con te a spingerti verso il traguardo”.

Fierezza per questo prestigioso riconoscimento sportivo che dà lustro alla sua società, a lui stesso e alla nostra comunità di Serradifalco. Certamente, ci saranno altre gare e – ne siamo sicuri – arriveranno altre vittorie e soddisfazioni. La foto-copertina ci mostra la sua stanchezza, ma anche appagamento ed è molto bella.

MICHELE BRUCCHERI

LEGGI ANCHE: SERRADIFALCO, GLI 80 ANNI DEL CICLISTA GIUSEPPE GIARDINA