terra è vita
Un terreno agricolo

Il Movimento “Terra è Vita” chiede al Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Stefano Patuanelli, al Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, all’Assessore all’Agricoltura, Toni Scilla, all’Assessore all’Economia, Gaetano Armao, al Governo regionale, l’attivazione dello “stato di crisi” in Agricoltura e l’istituzione di un tavolo tecnico per l’attivazione delle misure atte a fronteggiare i danni causati dal protrarsi delle avverse condizioni meteorologiche che hanno messo in ginocchio tutto il comparto agricolo e zootecnico, settore economico che è alla base dell’intera economia siciliana.

terra è vita
Un terreno agricolo

In molti aree le continue piogge stanno impedendo di procedere alla semina dei terreni, la raccolta delle olive è in parte compromessa, i continui allagamenti hanno reso la situazione critica anche per altri comparti produttivi come i frutteti e gli ortaggi. Se all’aumento dei costi di produzione, alle restrizioni imposte dalla lotta al Covid-19 che dura ormai da due anni, all’aumento del carburante e alle continue speculazioni da parte di grandi gruppi finanziari, che hanno provocato l’aumento sproporzionato di tutti i mezzi tecnici impiegati in agricoltura, aggiungiamo le avverse condizioni climatiche e i danni che ne sono derivati, il risultato non potrà che avere effetti devastanti.

Migliaia di aziende saranno, a breve, costrette ad abbandonare l’attività produttiva creando un nuovo bacino di disoccupazione che vedrà migliaia di lavoratori senza alcuna forma di sostentamento.

Appello agli Agricoltori, a tutte le Associazioni, ai Movimenti e a tutti i Partiti: “Prepariamoci a lottare, le nostre aziende sono al collasso, non possiamo adempiere al nostro lavoro in campagna, non abbiamo più scuse, l’ora è giunta! Nel caso le Istituzioni non si attivassero a dichiarare lo ‘stato di crisi’ e a supportare finanziariamente le imprese, ‘Terra è Vita’ dichiarerà lo sciopero generale del mondo agricolo. Prepariamoci a mettere in moto i trattori, la misura è colma”.

Preannunciamo l’avvio di una serie di assemblee in tutto il territorio regionale.

LEGGI ANCHE: “NEL TERRITORIO NISSENO MOLTE CRITICITÀ NEL SETTORE AGRICOLO”