vaccinazione
Il sindaco Leonardo Burgio

Un appello alla vaccinazione arriva dal sindaco di Serradifalco, Leonardo Burgio. Si è molto prodigato – nel tempo – per creare occasioni localmente e, infatti, con sistematica periodicità vi sono momenti per la nostra collettività. Diventa naturale hub vaccinale il poliambulatorio di via Sferrazza intitolato al dottor Giuseppe Butera.

vaccinazione
Ingresso della struttura sanitaria di via Sferrazza

Oggi, tutta la giornata, è dedicata alla vaccinazione senza prenotazione. Ovviamente la somministrazione è riservata ai cittadini di Serradifalco. Nella prima parte della giornata, sino alle ore 14, è destinata ai richiami (chi ha effettuato, nelle scorse settimane, la prima dose di vaccino). Nel pomeriggio – a partire dalle ore 14 – inoculazione a chi non ha ancora effettuato la vaccinazione per contrastare la grave e spaventosa emergenza sanitaria derivante dal Coronavirus.

Da oltre un anno e mezzo si combatte questa dura battaglia e la vaccinazione è un’arma efficace per contenere il virus che in Sicilia purtroppo risulta essere forte e aggressivo. Infatti, siamo la regione “maglia nera” in fatto di contagio e anche in fatto di vaccinazione. Tant’è che si prevedono nuove restrizioni passando in zona gialla. Verosimilmente dalla prossima settimana.

Frattanto, c’è da registrare due nuove guarigioni a Serradifalco. Secondo l’ultimo report di ieri dell’Asp di Caltanissetta. Attualmente le positività sono sei, in paese: cinque in isolamento domiciliare e un paziente ospedalizzato in Malattie infettive.

Ieri si sono registrati 137 nuovi pazienti positivi al Sars CoV-2 in provincia.  Sono infatti 61 pazienti di Niscemi, 42 di Gela, 12 di Caltanissetta, 7 di Mussomeli, 6 di Sommatino, 5 di Campofranco, 3 di Mazzarino, 1 di Delia.

I ricoverati in degenza ordinaria sono due pazienti: 1 di Caltanissetta e 1 di Mussomeli. Deceduto anche un paziente del capoluogo nisseno. In tutto, dall’inizio della pandemia, sono stati 245.

I guariti da Covid-19, infine: 41 pazienti di Gela, 14 di Niscemi, 9 di Mazzarino, 3 di Caltanissetta, 2 di Serradifalco, 1 di Delia e 1 di Mussomeli. Questo è l’ultimo aggiornamento in merito al contagio nel Nisseno.

MICHELE BRUCCHERI

LEGGI ANCHE: GIANFRANCO FINI: «I GIOVANI DEL NISSENO CHIEDONO DI ESSERE MESSI ALLA PROVA»