leonardo burgio
Basilio Martino e Leonardo Burgio

Serradifalco conferma Leonardo Burgio. Il sindaco uscente, con una lista civica denominata “Noi ci Siamo – Uniti si Vince!”, ha battuto in modo schiacciante lo sfidante Lillo Safonte del Movimento Cinque Stelle. Ha ottenuto 3.132 voti (90,1%) contro i 343 dell’antagonista (per le liste, i rapporti sono 3.057 contro 361).

I votanti, in occasione di questa tornata elettorale, sono stati 3.562 su 8.580 aventi diritto (i residenti elettori sono però circa 4.800). Hanno votato dunque 1.756 maschi e 1.806 donne, pari al 41,52 per cento (precedenti elezioni 43,44 per cento).

LA MAGGIORANZA. Burgio, presentando la lista elettorale, ha indicato come suoi assessori Rosario Ristagno e Basilio Martino (attuale vicesindaco, il più votato con 938 preferenze). Per completare la giunta municipale, dovrà nominarne altri due. Alla maggioranza consiliare vanno otto seggi, alla minoranza quattro. Il sindaco terrà un comizio di ringraziamento in piazza venerdì alle ore 20.

Gli eletti al Consiglio comunale che appoggiano il sindaco Leonardo Burgio sono: Basilio Martino, 37 anni, 938 voti (il più suffragato); Enza Surrenti, 39 anni, 742 voti; Daniele Territo, 19 anni, 524 voti; Daria Pace, 38 anni, 432 voti; Rosario Ristagno, 41 anni, 397 voti; Gioachino Magro Malosso, 67 anni, 381 voti; Rosa Insalaco, 54 anni, 376 voti; Serena Nuccio, 29 anni, 343 voti. Poi ci sono Silvia Aquilina, 28 anni, 334 voti; Danila Iannello, 45 anni, 308 voti; entrambe faranno parte del Consiglio comunale, essendo stati eletti Martino e Ristagno che diventeranno assessori. Infine ci sono, Massimo Maria Alaimo, 34 anni, 200 voti e Vincenzo Ruffino, 47 anni, 131 voti. Verosimilmente, questi ultimi due candidati, potrebbero diventare consiglieri comunali se il sindaco, come annunciato in campagna elettorale, attingerà due nomi dagli eletti alla massima assise cittadina.

LA MINORANZA. All’opposizione i quattro consiglieri comunali pentastellati sono, secondo indiscrezioni (al momento non abbiamo i dati esatti): Jessica Macrì, 29 anni, Alessandro Safonte, 53 anni, Laura Petix, 43 anni e Leonardo Ingrao, 34 anni.

È stata, sostanzialmente, una campagna elettorale corretta e tranquilla, sebbene non siano mancate battute taglienti e acuminate. È la prima volta, dall’elezione diretta del sindaco (1994), che il capo dell’amministrazione uscente, ricandidandosi, viene rieletto. Il primo eletto con il nuovo sistema elettorale fu Michele Ninfa (1994-1998), poi la prima sindaca del paese Cettina Blando (1998-2000), successivamente Bernardo Alaimo (2000-2005), Michele Ricotta (2005-2010), Giuseppe Maria Dacquì (2010-2015) e l’attuale massimo inquilino del Comune, Leonardo Bugio, eletto nel 2015 e riconfermato, oggi, cinque anni dopo.

leonardo burgio
Il sindaco Leonardo Burgio

IL VINCITORE E IL VINTO. Imprenditore, Leonardo Burgio, 36 anni, sposato e padre di una figlia, è stato già consigliere comunale per due mandati, ma anche il presidente dei record con la locale squadra di calcio. Ha battuto Lillo Safonte, 59 anni, sposato e padre di due figlie (lavora presso Trenitalia). È uno storico militante del M5S.

AFFLUENZA NEI COMUNI. Ecco i dati diramati dall’ufficio elettorale della Prefettura di Caltanissetta in merito all’affluenza alle urne. A Mussomeli ha votato quasi il 62 per cento degli aventi diritto. Sono stati 7.127 elettori, con una lieve flessione (appena lo 0,86 per cento rispetto a cinque anni addietro). A Santa Caterina l’affluenza è stata del 45 per cento (pari a 3 051 elettori). In tutto, 6.782 gli aventi diritto. A Serradifalco gli elettori sono stati 3.562 pari al 41,52 per cento, mentre a Villalba 1.062 pari al poco più del 57 per cento. Dulcis in fundo, a Bompensiere, hanno votato 409 elettori (un’affluenza poco meno del 50 per cento). L’affluenza complessiva nei cinque Comuni del Nisseno al voto è stata del 51 per cento.

A Serradifalco, dunque, è stato riconfermato il sindaco Burgio. Anche a Mussomeli, confermato il sindaco uscente Giuseppe Catania. Questi i dati certi al momento. A Santa Caterina Villarmosa si sono sfidati tre candidati: Giuseppe Ippolito, Fabio Rizza e Giuseppe La Placa. Nel più piccolo Comune del Nisseno, Bompensiere, hanno gareggiato Giosuè Marotta e Salvatore Virciglio. A Villalba, infine, duello al femminile tra Rita Favata e Maria Paola Immordino. Al voto amministrativo, in Sicilia, ben 63 Comuni.

ULTIMORA. Salvatore Virciglio è il nuovo sindaco di Bompensiere. A Villalba, gomito a gomito tra Rita Favata e Maria Paola Immordino che vince per una manciata di voti. È la prima donna sindaca del paese. A Santa Caterina Villarmosa vince Giuseppe Ippolito (1.253 voti, pari al 46,72%). Frattanto, dall’ufficio elettorale del Comune di Serradifalco riceviamo i dati della lista M5S: Laura Petix 99 voti, Leonardo Ingrao 73 voti, Jessica Macrì 56, Alessandro Safonte 49 voti (questi sono gli eletti – alla minoranza vanno quattro seggi consiliari). Gli altri sono: Patrizia Gelardi 47 preferenze, Lillo Safonte 46 voti, Giuseppe Amico 45 voti, Michele Ninfa 37 voti, Salvatore Montante 22 voti.

MICHELE BRUCCHERI

LEGGI ANCHE: RINNOVATE CINQUE AMMINISTRAZIONI COMUNALI DEL NISSENO

Articolo PrecedenteSERRADIFALCO, PROBLEMI E RIMEDI (POSSIBILI)
Articolo successivoECO-SOCIETÀ, IN ANSIA PER IL PIANETA