di SILVANA LAZZARINO – ARTE. Proseguono gli appuntamenti con il curatore Marco Goldin. La prossima visita è giovedì sera su Zoom. I dettagli dall’inviata de La Voce del Nisseno

La mostra su Van Gogh allestita a Padova presso il Centro Altinate San Gaetano, la più grande realizzata in Italia dedicata al maestro olandese, è stata prorogata fino a domenica 6 giugno 2021. Chiusa a solo un mese e mezzo dall’inaugurazione avvenuta il 10 ottobre dello scorso anno, per via delle disposizioni governative atte a contrastare la diffusione del Covid-19, l’esposizione “Van Gogh. I colori della vita” con questa proroga offre l’occasione di accogliere, quando si uscirà dalla zona arancione, quanti tra appassionati d’arte e non solo ancora non hanno avuto modo di visitarla.

La notizia della proroga è stata comunicata dal curatore Marco Goldin con un comunicato su Facebook. “Fino al momento in cui il Governo non ci dirà quando potremo riaprire la mostra, non saremo però in grado di vendere le nuove date né spostare quelle per cui erano già stati acquistati i biglietti. Restiamo dunque tutti in attesa di notizie, prontissimi a ricominciare”. Una proroga che come ha poi aggiunto sempre Goldin, sicuramente sarà gradita “a moltissimi che non vedono l’ora di entrare nelle sale del Centro San Gaetano che ospita l’esposizione. E noi per primi non vediamo l’ora di riaccoglierli a Padova con i capolavori di Van Gogh”.

“Non si era immedesimato nella natura, aveva immedesimato in sé stesso la natura, l’aveva obbligata a piegarsi, a modellarsi secondo le forme del proprio pensiero, a seguirlo nelle sue impennate, addirittura a subire le sue deformazioni”. Queste le parole con cui lo scrittore francese d’avanguardia Octave Mirbeau chiarisce la tensione, l’angoscia, il malessere esistenziale proiettati da Van Gogh nella sua opera.

Promossa dal Comune di Padova e da Linea d’Ombra la mostra “Van Gogh. I colori della vita” riunisce un centinaio di opere dell’artista olandese, con prestiti di assoluta eccezione da decine di musei ed in particolar modo dal Van Gogh Museum di Amsterdam e dal Kröller-Müller Museum di Otterlo, considerati i templi del culto di Van Gogh; ed inoltre rappresenta il traguardo dei 25 anni di attività di Linea d’ombra e del suo fondatore Marco Goldin.

Il percorso espositivo suddiviso in cinque sezioni attraverso i capolavori dell’artista olandese restituisce il racconto della sua vita e della sua opera comprese alcune trame poco trattate, la scoperta di colori nuovissimi e la relazione con alcuni artisti che per Van Gogh hanno contato in modo particolare.

Le opere scelte per questa mostra diventano riferimenti essenziali con cui ricostruire il cammino di un eroe che parte per il suo viaggio dove sfidare la vita e sé stesso, le proprie ombre e dubbi, un viaggio fuori e dentro i suoi pensieri talora di angoscia e insoddisfazione, di aspirazione all’infinito e desiderio di guardare fuori da quei labirinti notturni dei suoi incubi. Un viaggio dove la possibilità di conoscersi e riconoscersi sembra non finire mai.

Dopo il tutto esaurito per le sei visite guidate online alla mostra accompagnati da Marco Goldin per ammirare comodamente a casa propria i capolavori esposti, anche giovedì 15 aprile 2021 alle ore 21, sempre sulla piattaforma Zoom, è prevista la settima replica che si potrà seguire sempre al costo di € 12. La registrazione della visita guidata online resterà disponibile, per chi acquisterà il biglietto, fino alla mezzanotte del 18 aprile. Acquisto biglietti su https://biglietto.lineadombra.it.

SILVANA LAZZARINO