di MICHELE BRUCCHERI – L’EDITORIALE. Presentiamo la nuova piattaforma digitale del sito del giornale. Grazie al prezioso webmaster Francesco Greco. Raccontare e analizzare per crescere insieme

Chi sa di essere, non ha bisogno di apparire. Un antico adagio che si adatta a noi, al nostro giornale. Al sito web de La Voce del Nisseno. Un’autorevolezza e un prestigio conquistati nel tempo, da sempre, sia nella versione cartacea nata ormai diciannove anni fa, sia nella versione digitale.

Da dodici anni la nostra informazione è in rete. Dall’estate 2009. Dopo quasi sette anni, il 5 febbraio 2016 il sito web del nostro giornale cambia look con una nuova gestione. Sino allo scorso dicembre, allorché subentra un nuovo e prezioso collaboratore: l’energico webmaster Francesco Greco. Con il quale, oggi, presentiamo la nuova piattaforma digitale del giornale online. Un sito web importante ideato – seguendo le nostre precise coordinate – interamente da lui, dimostrando enormi capacità realizzative ed operative. Grazie, dunque! Cambiare pelle, rinnovarsi per migliorarsi e migliorare.

Il direttore Michele Bruccheri

Per rendere sempre più efficace il nostro giornalismo, chiaro e facilmente consultabile, pieno di ricchi contenuti. Un nuovo sito che impareremo ad amare, come merita. Per la qualità della nostra informazione. Siamo certi che – nel nostro piccolo – saremo sempre un valido punto di riferimento nel vasto e variegato panorama informativo. È assolutamente necessario, quindi, conoscere per capire.

Abbiamo creato delle categorie per rendere agevolmente fruibile le nostre pagine informative. Verrà “caricata” periodicamente la versione cartacea, sarà dinamica e attraente la parte del giornale online. Come ha detto qualcuno, per “selezionare le notizie, per non disperdersi nel frastuono spesso confuso delle voci. Cercare un approdo sicuro di cui fidarsi, per non naufragare nel mare delle opinioni”. Basterà “tuffarsi” dentro il nostro mare per comprendere meglio ciò che si intende!

C’è bisogno, urgente bisogno direi, di un’informazione di qualità che non sempre è quantità. Noi invece, da sempre, rappresentiamo un prezioso valore informativo. Una seria professionalità riconosciuta unanimemente da tutti. E ne siamo oltremodo fieri. Perché la qualità è frutto del duro sacrificio, del diuturno lavoro. La penso come Marco Damilano: i giornalisti raccontano, fanno inchieste, indagano, approfondiscono sotto la schiuma dei fatti e la superficie delle cose.

Nel nostro giornalismo c’è l’identità di un territorio e dei suoi protagonisti. Ma c’è anche uno sguardo più ampio. Basta navigare nella nostra piazza virtuale, nell’agorà digitale de La Voce del Nisseno per comprendere meglio e chiaramente tutto ciò che intendo dire. Da ben 19 anni siamo su carta che è sinonimo di autorevolezza e credibilità dell’informazione. Dà garanzie. Nonostante la carta sia in crisi oggettiva, non è morta. Grazie al cielo. Faremo di tutto per andare avanti, sebbene non manchino le spinose problematiche da affrontare, a partire da questa maledetta pandemia da Covid-19.

Senza dubbio però il futuro dell’informazione è nel digitale. Cercheremo di coniugare, allora, cartaceo e offerta online. La nostra stella polare sarà raccontare storie e personaggi. In ogni modo possibile. Dalla nostra parte c’è la credibilità e il prestigio. Abbiamo – come sempre – l’ambizione di andare oltre i fatti. Il nostro modo di fare giornalismo non sarà “soltanto la replica dell’ultimo fotogramma di una storia”, ma una trama che ha “un prima e un dopo”.

Raccontare e analizzare, valutare e interpretare: sono questi gli ingredienti della nostra informazione seria, diligente e impegnata. Direi impegnativa. Cercheremo di essere, come sempre, il “sale” della democrazia. Ma senza urlare. Per noi sarà un lavoro di equilibrio tra velocità e approfondimento, immediatezza e riflessione. Racconto e analisi, dunque, per crescere tutti insieme.

MICHELE BRUCCHERI