avute ventuno nuove infezioni
Ospedale dall'interno

Cresce il contagio. Ancora numeri importanti per quanto attiene il Covid-19 nel Nisseno. Oggi, secondo l’Asp di Caltanissetta, si registrano ben 131 nuovi casi positivi. Ecco i numeri, nel dettaglio: 48 sono pazienti di Niscemi, 36 di Gela, 29 di Caltanissetta, 12 di Sommatino, 4 di San Cataldo, 1 di Riesi e 1 di Serradifalco.

cresce il contagio
Dati Covid-19 dell’Asp di Caltanissetta

I ricoverati in degenza ordinaria sono cinque: 2 pazienti di Riesi, 2 di Niscemi e 1 di Caltanissetta. È stato, nel frattempo, dimesso dalla degenza ordinaria un paziente proveniente da fuori provincia. Trasferito presso un altro presidio ospedaliero un paziente di Sommatino.

I guariti da Covid-19 sono cento: 35 pazienti di Gela, 31 di Niscemi, 9 di Caltanissetta, 7 di Mazzarino, 4 di Riesi, 4 di Santa Caterina Villarmosa, 3 di Sommatino, 3 di Mussomeli, 2 di Serradifalco, 1 di Butera e 1 di San Cataldo.

Diamo uno sguardo ai dati della Sicilia. Record, oggi, con i 1.600 casi positivi. Come si ricorderà, da oggi la nostra isola è in zona gialla con delle blande restrizioni. Tuttavia, da più parti si registra preoccupazione. Non solo dal punto di vista sanitario, ma anche economico e sociale.

Infine, alcuni dati in merito alla profilassi siciliana. Qualcuno ci chiede dei dati e noi ve li forniamo. Sostanzialmente, in Sicilia il 70,88% (pari a 3 milioni di persone) della popolazione residente ha ricevuto almeno una dose di vaccino per contrastare il Coronavirus; il 61,71% (oltre 2,6 milioni di persone) risulta completamente immunizzato. Cioè, ha ricevuto entrambe le dosi o l’unica dose Janssen.

Naturalmente da più parti c’è il forte impegno per far crescere rapidamente queste percentuali. La Sicilia, infatti, è ultima in fatto di vaccinazione. E i problemi che incombono sono diversi. Secondo i dati elaborati dalla struttura regionale di monitoraggio della campagna vaccinale e aggiornati allo scorso 26 agosto, in Sicilia si presenta una situazione a macchia di leopardo, con province maggiormente virtuose, come Palermo, in cui risulta immunizzato il 66,95% della popolazione (76,17% almeno una dose), e Agrigento con il 66,31% di immunizzati (76,19% almeno una dose), e altre in cui i cittadini manifestano maggiori resistenze.

cresce il contagio
Reparto ospedaliero

Siracusa è l’ultima per immunizzati, col 56,63%, mentre il 65,80% ha ricevuto almeno una dose. La provincia di Caltanissetta ha questi numeri: il 61,01% è immunizzato e il 71,22% ha ricevuto almeno una dose.

Sopra la soglia del 70% di popolazione siciliana che ha ricevuto la prima dose ci sono 173 comuni su 390.

Tra i capoluoghi, il più alto in classifica è Ragusa, con il 79,35% di prime dosi e il 73,15% di immunizzati; seguono Enna (77,93% prime dosi, 72,64% immunizzati), Agrigento (77,10% prime dosi, 68,81% immunizzati), Palermo (77,02% prime dosi, 69,92% immunizzati), Caltanissetta (70,12% prime dosi, 65,51 immunizzati).

Infine, gli operatori sanitari sul campo dicono: tra l’80 e il 90% dei ricoverati è privo di vaccinazione. Il siero, dunque, dà una maggiore protezione per contrastare meglio il virus che da oltre un anno e mezzo ha messo in ginocchio l’intero pianeta.

Cresce il contagio nel Nisseno, ma grazie al cielo si registrano tante guarigioni. Adesso, tutti, cerchiamo di essere prudenti e responsabili, per contenere il virus.

MICHELE BRUCCHERI   

LEGGI ANCHE: SERRADIFALCO, “LI FICUDINIA” IN CONCERTO IN GERMANIA