caltaqua
Arturo Testa

Egregio Direttore,

dopo aver passato le ferie agostane come ogni anno nella mia amata Riesi, voglio raccontare le disavventure sulla erogazione dell’acqua a Riesi.

Ebbene l’acqua a Riesi normalmente viene erogata a giorni alterni; come ogni estate l’acqua a Riesi diventa un miraggio. Quest’anno porto l’esperienza personale. A casa mia sui 22 giorni trascorsi a Riesi, mi è stata erogata l’acqua solamente 7 volte, quindi lontano dai giorni alterni.

Mi ha contattato un dipendente di Caltaqua dicendomi che l’indomani mattina sarebbe venuto un fontaniere e la bonza d’acqua, il primo giorno di arrivo, ero senza acqua. Per uno come me, abituato a Bergamo dove l’acqua esce dai rubinetti h24 trovarsi senza una goccia d’acqua… una cosa inaudita!

Tenevo a precisare che quelle poche volte che viene erogata l’acqua, arriva solamente per 2 ore.

Caltaqua quando fece la convenzione con il Comune di Riesi si impegnò che in pochi anni avrebbe erogato l’acqua tutti i giorni e h24. Sono passati quasi 20 anni e la situazione è peggiorata.

Pertanto a nome mio personale e a nome e per conto dell’associazione Amici di Riesi e del gruppo Facebook dei Riesini nel mondo, chiediamo ufficialmente al Comune di Riesi di rescindere il contratto con Caltaqua per inadempienza contrattuale.

caltaqua
Un rubinetto a secco

Si informa la Procura della Repubblica ad aprire una inchiesta in tal senso, sul non rispetto della gestione di Caltaqua nei confronti degli articoli contrattuali sottoscritti tra Caltaqua e Comune di Riesi.

Altra cosa che non deve passare inosservata è la pulizia delle fogne, caso che viene rimbalzato sulle competenze tra Caltaqua e Comune, ma nessuno dei due agisce, eppure il costo in bolletta viene pagato dagli utenti.

L’acqua a Riesi è tra le più care in Europa, sulla pagina Facebook un utente ha messo un video dimostrante che il contatore dell’acqua gira a vuoto, facendo gli scatti dei metricubi di acqua consumata; invece è solo aria. Al costo salato dell’acqua bisogna aggiungere il costo dell’energia elettrica in quanto senza apposito motorino l’acqua non arriva in quanto la pressione è scarsissima.

Tutto questo invoglia tanti emigrati a non scendere a Riesi durante il periodo estivo per questo grande disagio. Pertanto si richiede scissione del contratto e miglioramento dell’erogazione di un bene primario chiamata acqua.

ARTURO TESTA

(Presidente dell’associazione Amici di Riesi

ed amministratore del gruppo Riesini nel mondo)

LEGGI ANCHE: SCOPERTA UNA RETE IDRICA CLANDESTINA NEL NISSENO: 26 INDAGATI