Movimento ‘Terra è Vita’
Alcuni aderenti di Pietraperzia

Nasce a Pietraperzia la sede del Movimento “Terra è Vita”, la prima per la provincia di Enna. Il gruppo promotore dell’iniziativa è composto da: Rocco Fonti, Gaetano Calì, Gianfilippo Bongiovanni, Carmela Di Calogero, Giuseppe Amico, Giovanni Tomasella, Franco Mancuso, Maurizio Bonaffini ed Enrico Micciché.

terra è vita
Il simbolo del Movimento

Il Movimento è nato quindici anni fa dall’unione di tanti agricoltori con l’intento di migliorare “le condizioni di quella che possiamo definire ‘civiltà rurale Siciliana’, promuovendo l’agricoltura e la sua biodiversità che sono la base dell’economia dell’isola”, si legge nel comunicato stampa.

Gianfilippo Bongiovanni dichiara: “L’apertura della sede a Pietraperzia è una grande opportunità per il nostro paese, paese che basa la sua economia proprio sull’agricoltura. Aiutare le imprese agricole, artigianali, microfatturiere a crescere, migliorare, dare il giusto merito alle nostre eccellenze enogastronomiche, riadattare e modernizzare il modo di concepire il turismo partendo proprio dai nostri prodotti in un percorso fatto di odori, sapori, colori, tradizioni, cultura e l’ospitalità tipica che contraddistingue l’entroterra siciliano. Questi gli obiettivi che ci siamo posti e che son certo raggiungeremo”.

“Un ringraziamento particolare alla persona artefice di tutto questo, Enza Bellavia, dirigente del Movimento ‘Terra è Vita’, residente a Palermo ma Pietrina Doc che ha sempre portato e conservato con sé un amore profondo per il suo paese natale. Grazie alla sua tenacia e costanza Pietraperzia oggi ha la sua sede, noi come gruppo siamo grati e onorati di poter dare una mano”, prosegue Bongiovanni.

“Un altro ringraziamento vorrei farlo a Giuseppe D’Angelo che fin dal primo momento si è messo a disposizione incontrando i nostri Agricoltori e Santo Bono nell’impegno profuso nel promuovere e far crescere il movimento in tutta la Sicilia – conclude -. Chiunque fosse interessato a collaborare con noi, a darci una mano può contattare Rocco Fonti oppure Gaetano Calì”.

LEGGI ANCHE: MICHELA PANEVINO SI LAUREA IN GIURISPRUDENZA E DEDICA LA TESI AL PADRE GUARITO DAL COVID-19