Soddisfatto il presidente dell’associazione «No SerradifalKo» Marcello Palermo. Tema del prossimo anno: Screening e Prevenzione. «Siamo l’anello di congiunzione tra le istituzioni e la collettività» (foto di Borina Milazzo)

 Marcello Palermo, Leonardo Burgio, Michele Bruccheri, Carmelo Iacono e Alessandro Mazzara

Grande successo anche per la Seconda Settimana di Prevenzione Oncologica a Serradifalco. Palpabile soddisfazione, al termine, viene espressa dal presidente Marcello Palermo dell’associazione “No SerradifalKo onlus” che ha promosso l’importante evento in collaborazione con l’Azienda sanitaria provinciale di Caltanissetta, Comune, Pro Loco e Istituto comprensivo “Filippo Puglisi”.

I dati sono chiari ed eloquenti: 51 visite pneumologiche, 68 visite diabetologiche, 138 visite dermatologiche, 93 kit (sangue occulto nelle feci) distribuiti e 20 mammografie in soli tre giorni. E nonostante le pessime condizioni climatiche.

“Questa manifestazione si è notevolmente consolidata – spiega il dinamico presidente Marcello Palermo -. E’ riconosciuta dalla collettività e dalle istituzioni. E’ ormai un patrimonio della comunità. L’Azienda sanitaria provinciale è un punto di riferimento importante e anche noi lo siamo diventati per l’Asp nissena. Grazie al lavoro di pianificazione che è arrivato dagli screening, diamo risposte concrete. Siamo l’anello di congiunzione tra le istituzioni e la collettività. Il lavoro per il prossimo anno sarà potenziare il coinvolgimento della gente. Chi ha diritto, faccia i controlli. Vanno incentivati gli esami. Con noi, anziché in una settimana, in un solo giorno si possono fare gli esami completi nella stessa sede di Palazzo Mifsud”.

 Il presidente Palermo con i Rondo Siciliano

 

Anticipa anche il tema per l’anno prossimo: Screening e Prevenzione. Marcello Palermo evidenzia, inoltre, l’efficacia del lavoro preliminare – tramite segreteria – che ha fornito preziose informazioni ed ha prenotato i vari screening. Cresce l’interesse attorno all’associazione “No SerradifalKo onlus” che adesso ha superato i 300 iscritti. Nel 2015 ha registrato cinque casi di neoplasie al colon (quattro sono stati presi tempestivamente con interventi chirurgici risolutivi) e 14 sono stati i casi di sospetti di melanomi trattati chirurgicamente.

Dunque, la prevenzione salva la vita e ne migliora la qualità. Consapevolezza e partecipazione passano dalla seria informazione scientifica che viene offerta da questo evento che fa aumentare la sensibilità. Oltre 400 alunni di Serradifalco e Montedoro hanno visitato le mostre alimentari e sono stati coinvolti più di duemila persone agli eventi informativi, nonostante il brutto tempo.

 

 L’iniziativa in bicicletta

Nella settimana della seconda edizione della Prevenzione Oncologica ci sono stati numerosi appuntamenti: dagli screening agli eventi informativi rivolti alla comunità e agli studenti, dalle attività ludiche e ricreative agli spettacoli e alle passeggiate in bicicletta. La cerimonia conclusiva, poi, presso il teatro comunale “Antonio De Curtis”.

Il giornalista Michele Bruccheri, presentatore anche quest’anno dell’importante iniziativa, ha coordinato l’evento alla presenza dei vertici dell’Azienda sanitaria provinciale del capoluogo nisseno con Marcello Palermo (presidente dell’associazione “No SerradifalKo onlus”), Carmelo Iacono (direttore generale Asp di Caltanissetta), Alessandro Mazzara (direttore amministrativo) e Leonardo Burgio (sindaco di Serradifalco), tra gli altri.

Nella serata conclusiva è stato proiettato un video interessante e originale, un cartone animato realizzato da Leandro Palermo con la voce narrante del figlio, Antonio, di appena sette anni, che fa riflettere e sottolinea l’importanza della prevenzione. Un gustoso e abbondante rinfresco a cura del Catering «La Torre» ha arricchito gastronomicamente l’evento.

Da ricordare che in occasione della posa della “Quercia della Vita” presso la Villa al Minatore è intervenuto anche Gianluca Miccichè, assessore regionale alla Famiglia, Politiche sociali e del Lavoro.

Da encomiare, infine, i Rondo Siciliano per il coinvolgente concerto musicale presso il teatro. Un concerto di beneficenza per promuovere la raccolta fondi dell’associazione «No SerradifalKo onlus».

MICHELE BRUCCHERI