Presentata ufficialmente la prima Rete d’Informazione Oncologica Regionale (RIOR) a Serradifalco. Un progetto innovativo ed ambizioso, di rilevante importanza sociale. Promotrice del polo regionale, l’attiva associazione “No SerradifalKo” guidata egregiamente dall’iperattivo presidente Marcello Palermo. Ideata, elaborata e gestita dal suo straordinario organismo associativo ha promosso, infatti, nelle scorse settimane, un meeting presso la sala convegni di Palazzo Mifsud.

I relatori del convegno sulla prima Rete d’Informazione Oncologica Regionale con il collegamento Skype in corso

In quella memorabile occasione si sono registrati gli interventi del sindaco Leonardo Burgio, dello stesso presidente Palermo e di Roberto Middione che cura il sito web dell’associazione locale. Ha presentato la piattaforma multimediale ma anche la relativa applicazione per android e IOS.

A coordinare i lavori, il giornalista Michele Bruccheri che ha intervistato – tramite collegamento Skype – anche il dottor Salvatore Scondotto, dell’assessorato regionale alla Salute. In apertura, alcuni versi vibranti della poetessa Sabina Scherlippens con la lirica “Dolore”.

Ne è seguito un dibattito utile e interessante. Tra i presenti, Mariella Ippolito (presidente provinciale dell’Ordine dei Farmacisti di Caltanissetta) e Giovanni D’Ippolito (presidente provinciale dell’Ordine dei Medici chirurghi e odontoiatri), ma anche l’oncologo nisseno Stefano Vitello, il cardiologo Carmelo Pera, Debora Bennardo, Antonio Mangione ed altri.

Ciascuno di loro ha portato consigli e suggerimenti preziosi. E’ stato elogiato, inoltre, il lavoro dell’associazione che crea intelligenti occasioni di confronto e di vera conoscenza.

La platea al convegno presso Palazzo Mifsud

“Grazie all’impegno e alla sinergia del direttivo della nostra associazione – racconta Marcello Palermo – abbiamo anche depositato e registrato il marchio RIOR presso la Camera di Commercio di Caltanissetta, a dimostrazione dell’unicità della nostra attività”. Nel frattempo, è stata attivata la segreteria (sita in via Duca, 6) che ha seguito un iter formativo.

E’ operativo un call center di volontari. Ricevute le chiamate, gli operatori poi analizzano i casi e contattano gli utenti per dare la risposta più giusta ed efficace. Per informazioni basta rivolgersi al seguente numero: 331 9625331 (info@rior.it – www.rior.it).

Il RIOR è un braccio operativo dell’associazione “No SerradifalKo” guidata da Palermo. La carica di vice presidente è coperta da Mirella Pelonero (segretario Lillo Ricotta). I due componenti del direttivo sono Carmela Cerriti e Cristina Alaimo (quest’ultima si occupa anche degli aspetti giuridico-amministrativi della Rior, dando assistenza e supporto gratuito).

I malati oncologici, infatti, hanno un percorso privilegiato e le varie figure professionali inserite nell’associazione forniscono le doverose dritte. Le dottoresse Letizia Alaimo (biologa nutrizionista) e Daniela Migliore (psicologa) erogano altri importanti servizi.

Senza dubbio la RIOR è una cellula importante del territorio. E’ un modo intelligente di essere utili alla collettività. E l’associazione sta varando una serie di progetti per uscire dall’ambito squisitamente locale. Si stanno aprendo nuovi orizzonti e tutti potranno usufruire dei vari servizi. Sono stati creati anche degli eventi formativi ECM accreditati per medici e infermieri.

“E’ nostro cavallo di battaglia – conclude Palermo – la Settimana di Prevenzione Oncologica. Ne abbiamo realizzate due. E a settembre (dal 25 al primo ottobre) ci sarà la terza edizione. Ne ho già parlato con il dottor Carmelo Iacono. Ci sarà il patrocinio dell’Asp, del Comune di Serradifalco, dell’assessorato regionale alla Salute e dell’ordine provinciale di farmacisti e medici”.

MICHELE BRUCCHERI

LEGGI ANCHE: SANTA CATERINA VILLARMOSA, IL VESCOVO: “PADRE FILIPPO SEMPRE VICINO AGLI AMMALATI, SENZA FAR RUMORE”

Il gruppo dirigente dell’associazione No SerradifalKo e il sindaco Leonardo Burgio