Quasi cinquecento nuove infezioni
Operatore sanitario

Impennata nel Nisseno: oggi 1.094 nuovi casi positivi da Covid-19. La variante Omicron penetra sempre più nel nostro territorio. Le infezioni, ad oggi, in provincia di Caltanissetta sono 7.980 (di queste, 67 in Malattie infettive – otto sono ricoverati fuori provincia – e 8 sono in Terapia intensiva). I dati emergono dall’ultimo report dell’Asp nissena.

Ecco la distribuzione territoriale. Quasi la metà delle nuove infezioni sono ascrivibili a Gela: 518. Poi c’è Caltanissetta con 188, Niscemi con 81, San Cataldo con 59, Sommatino con 47, Vallelunga Pratameno con 35.

Ed ancora: 30 casi sono stati certificati a Mazzarino, 28 a Riesi, 19 a Mussomeli, 18 a Santa Caterina Villarmosa, 15 a Butera, 13 a Campofranco, 11 a Serradifalco, 9 a Delia, 5 a Villalba, 5 a Milena, 5 a Montedoro, 4 a Resuttano, 2 a Marianopoli, 1 a Sutera e 1 a Bompensiere.

I ricoverati in degenza ordinaria sono due: uno di Serradifalco e uno di Niscemi. Dimesso dalla degenza ordinaria un paziente del capoluogo nisseno. Si registra anche una vittima: un paziente di Gela.

Le guarigioni sono: 322 di Gela, 154 di Caltanissetta, 32 di San Cataldo, 31 di Niscemi, 24 di Mussomeli, 9 di Delia, 9 di Serradifalco, 8 di Sommatino, 5 di Santa Caterina Villarmosa, 4 di Resuttano, 4 di Campofranco, 3 di Marianopoli, 2 di Vallelunga Pratameno, 2 di Butera, 2 di Mazzarino, 2 di Montedoro, 2 di Villalba, 1 di Riesi e 1 di Sutera.

Questa è la nuova situazione epidemiologica, aggiornata, comune per comune in base ai numeri odierni diffusi dall’Asp di Caltanissetta. Impennata nel Nisseno, oggi.

Impennata nel Nisseno
Operatore sanitario

Ad Acquaviva Platani i casi positivi sono 14, a Bompensiere 2, a Butera 67, a Campofranco 105 (un paziente è in Malattie infettive – fuori provincia), a Caltanissetta 1.397 (19 i ricoverati in Malattie infettive e due fuori provincia).

A Delia sono 68 (un paziente in Malattie infettive), a Gela 3.883 (ventisette in Malattie infettive, sei in Terapia intensiva e un paziente fuori provincia), a Marianopoli 46 (due pazienti in Malattie infettive), a Mazzarino 223, a Milena 18.

Ed inoltre: a Montedoro sono 25, a Mussomeli 274 (un paziente in Malattie infettive e due fuori provincia), a Niscemi 593 (tre pazienti in Malattie infettive e un paziente in Terapia intensiva), a Resuttano 45 (un paziente in Malattie infettive).

Infine: a Riesi 192 (un paziente in Malattie infettive), a San Cataldo 466 (quattro in Malattie infettive e un paziente è ricoverato fuori provincia), a Santa Caterina Villarmosa 96, a Serradifalco 120 (quattro in Malattie infettive e un paziente fuori provincia), a Sommatino 123 (un paziente in Malattie infettive), a Sutera 14, a Vallelunga Pratameno 153 (un paziente in Malattie infettive) e a Villalba 53.

Oggi nuovo record nazionale: oltre 220mila infezioni (e quasi trecento vittime). In Sicilia, poi, poco più di tredicimila nuovi casi positivi. Sono stati processati circa 57mila tamponi. Palermo registra numeri impressionanti, a ruota Catania e Messina. Ma anche Siracusa e Agrigento, su tutti.

Crescono anche i ricoveri. Ben 83 in più rispetto a ieri e 20 in più per quanto concerne la Terapia intensiva. In degenza ordinaria vi sono, in ambito regionale, 1.386 pazienti e 163 in Rianimazione. Numeri – complessivamente – preoccupanti per la nostra Sicilia.

Impennata nel Nisseno – oggi – con 1.094 nuovi casi positivi. Numeri che aumentano, di fatto, giorno dopo giorno. Bisogna ricorre ai ripari: come? Ci vorrebbero misure più efficaci per contrastare il virus che dilaga con forza.

MICHELE BRUCCHERI

LEGGI ANCHE: DEBORA CAPRIOGLIO: «HO SANGUE SICILIANO NELLE VENE»

TANIA ZAMPARO: “SE DOVESSI VIVERE AL SUD, VIVREI IN SICILIA”

DATA SHEET INTERATTIVO
(Si Possono scaricare i dati)