di MICHELE BRUCCHERI – CRONACA. Nel fine settimana, intensificati i servizi. Controllate quasi 300 persone. Ovviamente per fare rispettare le norme imposte dalla grave emergenza sanitaria

Non cessano i controlli da parte della Polizia di Stato nell’ambito dei servizi espletati per il rigoroso e sacrosanto rispetto delle limitazioni imposte dalla grave emergenza sanitaria da Covid-19. Un modo per rendere efficace anche l’ultimo Dpcm del Governo Draghi.

Certamente, la stragrande maggioranza delle persone rispetta le norme anti-Covid. Tuttavia, c’è ancora gente che sta in giro senza plausibili ragioni. Durante l’ultimo weekend, i poliziotti della sezione Volanti e dei Commissariati di Gela e Niscemi hanno controllato circa trecento persone. Di queste, una quarantina sono state sanzionate per palesi violazioni delle misure di contenimento.

A Caltanissetta, sono state dodici le sanzioni elevate. Sabato scorso, quattro giovani non appartenenti allo stesso nucleo familiare sono stati multati poiché al momento del controllo si trovavano tutti sullo stesso mezzo. Avrebbero persino riferito ai poliziotti che si stavano recando a fare la spesa. In Viale della Regione, sempre nel capoluogo nisseno, un uomo è stato fermato mentre transitava, senza valide motivazioni, a bordo di un motociclo.

Questa persona, residente a San Cataldo, a proposito della sua presenza in zona rossa a Caltanissetta, ha riferito agli agenti che si stava recando presso la sua banca di fiducia in Viale Trieste. Dopo quasi mezz’ora i poliziotti hanno notato il ciclomotore parcheggiato in piazza Marconi. Rintracciato, l’uomo è stato poi sanzionato.

Infine, sia a Gela sia a Niscemi, dove a causa della situazione epidemiologica sono stati notevolmente intensificati i controlli dei Commissariati, sono state 28 le persone complessivamente sanzionate. Sono state tutte trovate nel contesto della movida “a consumare bevande o alimenti nei pressi di esercizi commerciali del centro storico, dove era, invece, possibile comprare solo per l’asporto”. I poliziotti hanno eseguito controlli anche nei confronti di tredici esercizi commerciali.

MICHELE BRUCCHERI