talassemia

Giornata Mondiale della Talassemia, domani. E anche da Caltanissetta arriva un momento di analisi e riflessione. Con una nota a firma di Gaetano Infuso, presidente della Fasted onlus nissena. “Un appuntamento dedicato a tutti coloro che convivono con questa patologia e che si pone come obiettivo quello di far conoscere e sensibilizzare la collettività sulle conseguenze che la Talassemia induce nella vita dei soggetti che ne sono affetti”, scrive a La Voce del Nisseno (versione online).

“Vogliamo ricordare che la Talassemia è una malattia ereditaria del sangue (emoglobinopatia) causata da un difetto nella produzione dell’emoglobina, la proteina responsabile del trasporto dell’ossigeno e dell’anidride carbonica nell’organismo – continua -. Al fine di correggere l’anemia grave, i Talassemici necessitano di trasfusioni costanti, indispensabili per la sopravvivenza”.

“In questo importante giorno, la Fasted Caltanissetta Onlus, che opera da oltre quarant’anni nel territorio nisseno fornendo assistenza a più di 100 soci affetti da Talassemia, sente di ringraziare calorosamente tutti i donatori di sangue che, in forma anonima e gratuita, donano vita a chi vive solo grazie a questo atto d’amore solidale – prosegue Infuso -. Nonostante l’emergenza Coronavirus e la conseguenziale paura che le scorte di sangue potessero venir meno, abbiamo assistito, grazie anche agli appelli lanciati dalle istituzioni pubbliche e dalle associazioni di raccolta sangue, ad una vera e propria risposta di solidarietà che ha permesso di assicurare agli Emoglobinopatici le trasfusioni ‘salvavita’”.

“Il nostro grazie – sottolinea – è rivolto anche a tutti gli scienziati e ricercatori senza i quali non avremmo potuto assistere a tutti i progressi raggiunti nel corso degli anni, frutto dei numerosi studi clinici che ci hanno permesso, e continuano a permetterci, di beneficiare dei continui miglioramenti nelle cure e di una prospettiva di vita molto più lunga”. “Pubblicamente vogliamo dire ancora grazie! Grazie a tutti coloro che regalano speranza, quotidianità, sorriso e vita a questa grande famiglia talassemica”, evidenzia il presidente.

“In questa giornata l’augurio che ci auspichiamo è quello che a ‘seguire i passi’ di chi dona incondizionatamente per il bene del prossimo, sia la Direzione Aziendale dell’Asp di Caltanissetta, affinché non dimentichi che le loro posizioni ‘impongono’ l’esercizio del proprio dovere con una presenza reale e concreta”.

Gaetano Infuso conclude: “A tal proposito vogliamo loro rammentare l’impegno preso ormai circa un anno fa, quando nell’incontro di giugno 2020 ci è stato garantito che, le procedure concorsuali per il reperimento del personale medico da destinare al reparto di Talassemia, sarebbero state espletate entro la prima parte dell’autunno dello stesso anno. Richiamiamo, dunque, l’attenzione della Direzione Aziendale affinché possa finalmente dare credito agli impegni assunti ricordando le parole di un famoso filosofo tedesco: «Bisogna avere una buona memoria per mantenere le promesse»”.

MICHELE BRUCCHERI

LEGGI ANCHE: DEBORA CAPRIOGLIO: «HO SANGUE SICILIANO NELLE VENE»