i denti aguzzi
Il sindaco Leonardo Burgio

I denti aguzzi del Covid-19 a Serradifalco. Purtroppo, sono 25 i nuovi casi positivi – di cui 18 bambini – riconducibili alla Comunità alloggio per minori “San Giuseppe”. Un vero e proprio “focolaio nel nostro territorio”. Il sindaco Leonardo Burgio, tuttavia, rassicura: “La situazione è sotto controllo”. In tutto, ad oggi, i dati sul paese sono questi: 34 casi positivi complessivamente, di cui due ricoveri (la suora e la neonata, ndr).

I denti aguzzi del Covid-19 a Serradifalco anche nei confronti di una neonata di appena tre mesi. La bimba ha una forte tosse e dal reparto di Sant’Elia è stata immediatamente trasferita, in ambulanza, a Palermo all’Ospedale dei Bambini.

Dei 25 nuovi casi positivi di Serradifalco, anche una suora di 45 anni, della Tanzania (avrebbe una polmonite bilaterale). Ora è ricoverata all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta, nel reparto di Malattie infettive. Il sindaco Burgio al telefono con La Voce del Nisseno: “Valutate l’opportunità della vaccinazione”. Aggiungiamo noi: per fronteggiare meglio l’emergenza epidemiologica.

C’è da aggiungere un altro dato certo, alla ridda di voci divergenti e contraddittorie. Il contagio ha colpito anche educatori e operatori della struttura per minori. Un contagio a catena, ma sono scattate immediatamente le quarantene obbligatorie.

Voci contrastanti sui numeri del contagio. Ricostruiamo i vari passaggi. Il sindaco Burgio, ieri, in una diretta social dichiara: vi sono tredici casi positivi riconducibili all’istituto per minori. Ieri sera, secondo il report dell’Asp di Caltanissetta, le infezioni certificate sono sette.

i denti aguzzi
Il sindaco Leonardo Burgio

Poi, esce la notizia secondo cui i casi sarebbero ben venticinque. A darla, in primis, è l’Ansa. A ruota, anche Tgr Sicilia si occupa della vicenda serradifalchese.

In conclusione, quindi, i casi positivi all’interno della Comunità alloggio per minori sono, adesso, 26 (un caso era già registrato). Come già anticipato, ben 18 infezioni riguardano bambini (il dato ce lo fornisce direttamente il sindaco Burgio). Le autorità competenti stanno ovviamente monitorando la situazione. A partire dall’Asp di Caltanissetta.

I denti aguzzi del Covid-19 a Serradifalco si stanno facendo sentire. Bisogna stare all’erta, essere prudenti e rispettare le norme anti-contagio. Non bisogna abbassare la guardia.

I dati, attualmente, certificano che oltre il 70% della popolazione serradifalchese ha ricevuto la doppia dose del vaccino. C’è una buona immunizzazione. Il sindaco fornisce anche una cifra: l’8% della popolazione è minore di 12 anni. Cioè, al momento non fa parte della platea dei vaccinabili.

All’appello, dunque, mancherebbe un buon 22% di popolazione di vaccinare. E in tanti, se non in tutti, si confida in una rapida vaccinazione, per contrastare meglio la situazione epidemiologica.

MICHELE BRUCCHERI

LEGGI ANCHE: IL CANTAUTORE RON: “NON ARRENDERSI MAI”

DATA SHEET INTERATTIVO
(Si Possono scaricare i dati)