Incontri

 
     
“LA DIETA DEI PUPI SICILIANI” DI FABRIZIO MELFA AD ALIA (PALERMO)

“LA DIETA DEI PUPI SICILIANI” DI FABRIZIO MELFA AD ALIA (PALERMO)

ott 12 2017

Redazione Online – L’evento culturale è per domenica prossima ed è inserito nell’ambito della rassegna “Autunno d’autore. Terra, libro e cibo” 

 

 
 Fabrizio Melfa

Un pomeriggio dedicato alla cultura popolare siciliana, alla tradizione gastronomica mediterranea, alle contraddizioni proprie degli stili di vita e dell’alimentazione contemporanea e alla divulgazione scientifica quale antidoto da contrapporre alle insidie racchiuse nell’industrializzazione del cibo. Domenica prossima, infatti, alle 16, ad Alia (in provincia di Palermo), il medico estetico termitano Fabrizio Melfa, specializzato in Scienza dell’Alimentazione, presenterà il libro “La Dieta dei Pupi Siciliani”, tra i titoli di maggiore successo della stagione editoriale 2016-2017.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito della rassegna “Autunno d’autore. Terra, libro e cibo” organizzata dalla Fattoria Didattica Ruralia (www.fattoriadidatticaruralia.com) e dedicata alla cultura agricola, iniziata lo scorso 24 settembre. Nel cuore della Sicilia, ai piedi delle Grotte della Gurfa, gli autori presentano le loro opere, accomunate dai temi della vita salutare, della necessità di ripristinare il contatto con la natura e del rispetto ambientale.

Prodotto da EdizioniMediaging, il libro di Fabrizio Melfa - primo medico italiano componente dell’International Faculty Zein Obagi Skin Health con sede in California - esplora le zone d’ombra e le innumerevoli criticità del cibo “fast” e “junk”, proponendo un ritorno alle origini della tradizione gastronomica isolana dalla quale attingere benessere e longevità.

“Occorre sempre tenere a mente – spiega l’autore, attento conoscitore e divulgatore di argomenti legati alla cultura alimentare regionale – che proprio qui in Sicilia nacque ed operò il primo gastronomo locale, Archestrato di Gela, letterato ed esperto del cibo di qualità, che compose in esametri un poemetto dedicato ai piaceri del gusto e all’arte della cucina, del quale scrivo, nel libro, nella parte dedicata alla nostra terra quale culla dei primi gastronomi al mondo”.

L’opera, tuttavia, non rappresenta un tentativo di censurare le abitudini della collettività, quanto piuttosto, un’indicazione preziosa per orientarne al meglio lo stile di vita all’insegna della riscoperta dei valori della dieta mediterranea, anche sotto il profilo storico ed etnoantropologico. Il successo del libro - presentato in tutt’Italia attraverso varie tappe, tra le quali la IULM di Milano - è legato anche al felice connubio tra i contenuti scientifici e le immagini accattivanti, realizzate dall’architetto e vignettista, anch’egli termitano, Dario Gianuario che richiamano, in chiave dissacratoria, il mondo cavalleresco dei Paladini di Francia dell’Opera dei Pupi, raffigurati in chiave anti-eroica, alle prese con un inusuale contesto gastronomico.

Alla presentazione di domenica, Melfa non sarà da solo: ad affiancarlo, infatti, ci sarà Raimondo Pilato, docente di Matematica e Scienze a Termini Imerese, che proporrà un monologo sarcastico ispirato a “La Dieta dei Pupi Siciliani”. 

 
 La locandina dell'evento culturale

La Voce del Nisseno online