INCONTRI

 
     
THE CHRISTMAS JAZZ CONCERT DI SHAWNN MONTEIRO & HER TRIO A NAPOLI

THE CHRISTMAS JAZZ CONCERT DI SHAWNN MONTEIRO & HER TRIO A NAPOLI

dic 28 2016

di DANIELA VELLANI (foto di SONIA RITONDALE) – IL REPORTAGE / Grande successo per l’artista statunitense, figlia del contrabbassista di Duke Ellington. Soddisfatta Maria Lucci. Ecco il resoconto per La Voce del Nisseno 

 

 

 
 Shawnn Monteiro e la nostra Daniela Vellani

In un posto suggestivo del “ventre” di Napoli, la sala affrescata Sisto V del Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore, si è conclusa - per Santo Stefano - la rassegna Autunm in Naples organizzata dall’Otto Jazz Club in occasione del trentesimo anniversario dell’associazione attualmente presieduta da Maria Lucci. Un pubblico numeroso è accorso per assistere ad un evento unico e di altissima qualità, The Christmas Jazz Concert di Shawnn Monteiro & Her Trio.

 

Shawnn Monteiro è una nota cantante statunitense, figlia di Jimmy Woode, il contrabbassista di Duke Ellington, che attualmente si esibisce sia negli Usa che in Europa e presenta uno stile che rispecchia quello delle grandi cantanti swing e del jazz classico come Carmen McRae e Sarah Vaughan.

 

La bravissima cantante, avvolta in una elegante pelliccia e dalla immediata simpatia, durante il concerto è stata accompagnata da validi strumentisti italiani come Daniele Cordisco alla chitarra elettrica, Antonio Caps all’organo Hammond ed Elio Coppola alla batteria. Il quartetto ha presentato un repertorio che ha immerso il pubblico in una bella atmosfera che non solo rispecchiava il lieto clima natalizio, ma anche scatenava l’immaginazione perché sembrava di trovarsi in un film americano dell’epoca d’oro del jazz e dello swing. Le canzoni, interpretate con grande comunicativa e feeling con gli altri strumentisti, spaziavano tra celeberrimi standard e brani tratti dalla tradizione natalizia americana.

 
 Un momento del concerto

 

Così all’interno della bella sala, tra battute di mano del pubblico che seguivano il ritmo delle melodie, coinvolgimento nel canto, simpatici intrattenimenti in inglese dell’artista tra un brano e l’altro, si sono susseguite canzoni come Old Devil Moon, Chega The Saudede di Gilberto, Do Nothing Till You Hear From Me, Shadow Of Your Smile, Santa Clous Is Coming To Town, Give Me The Simple Life, Nise Work If You Can Get, Silent Of Night, Jingl Bell. L’esecuzione di esse è stata un’alternanza di momenti briosi e momenti soft, durante i quali non sono mancate virtuose improvvisazioni di ciascun musicista che il pubblico ha apprezzato con calorosi applausi. La voce di Shawn, con la sua raffinatezza e dal timbro profondo, ha ammaliato tutti i presenti, persino i bambini.

 

 
 Una bella espressione della cantante americana

Il pubblico, affascinato dalla sua simpatia e dal suo modo di interagire accattivante e caratterizzato da sguardi e gesti eloquenti, ha seguito con emozione, divertimento e partecipazione tutti i momenti del concerto.

 

Non sono mancati i ringraziamenti, di cui si è fatto portavoce Elio Coppola, rivolti all’Otto jazz club e a Maria Lucci, con un commosso ricordo del fratello Enzo. Coppola, inoltre, ha menzionato anche il batterista storico della cantante Bobby Durham scomparso nel 2006.  Al termine dello spettacolo a gran voce il pubblico ha richiesto il bis e così il talentuoso quartetto ha donato altri minuti molto emozionanti con una magistrale interpretazione della celeberrima Georgia.

 

DANIELA VELLANI

 

La Voce del Nisseno online