INCONTRI

 
     
LIBERA UNIVERSITÀ SENZA ETÀ (LUSE) DI SERRADIFALCO E MOTEDORO: SI PROGRAMMA L’ANNO ACCADEMICO

LIBERA UNIVERSITÀ SENZA ETÀ (LUSE) DI SERRADIFALCO E MOTEDORO: SI PROGRAMMA L’ANNO ACCADEMICO

ago 02 2020

Redazione Online – IL COMUNICATO STAMPA. Al via ad ottobre con alcune innovazioni. Questa nota del professor Pasquale Petix, del direttivo, a La Voce del Nisseno illustra le principali novità 

 

La LUSE di Serradifalco e Montedoro si avvia a programmare il suo terzo Anno Accademico 2020/21. Dopo l’esperienza dei primi due anni maturata grazie al grande lavoro del Preside Bruccheri coadiuvato dal Prof. Paolo Miraglia, il terzo Anno Accademico - che si aprirà in ottobre (Coronavirus permettendo) - presenterà diverse innovazioni (la sede istituzionale a Serradifalco è presso Palazzo Mifsud – foto di copertina, ndr).

 

La prima novità è frutto delle assemblee - molto partecipate - del 23 e del 29 luglio. In particolare durante la riunione del 29 luglio si è fatta strada l’idea di una gestione collegiale della LUSE per cui si è creato il primo nucleo direttivo presieduto dal Prof. Pasquale Petix che verrà coadiuvato dai Proff. Giovanni Costa e Giuseppe Piccillo. Nelle prossime riunioni si completerà la composizione del Consiglio della LUSE con l’assegnazione delle deleghe operative. 

 

Accanto a queste novità organizzative, le assemblee hanno aperto una riflessione per revisionare l’impianto metodologico del nuovo Anno Accademico. Fermo restando che ancora c’è spazio per raccogliere le idee di tutti gli aderenti, dal dibattito a più voci registratosi durante l’assemblea del 29 luglio, è arrivata la prima indicazione: ogni Anno Accademico dev’essere caratterizzato da “un preciso motivo conduttore”. Questo “motivo conduttore” va scandito attraverso le varie espressioni culturali (letterarie, storiche, sociali, economiche, artistiche) per convergere alla fine dell’anno in un prodotto (libro, rappresentazione teatrale, mostra) che sia frutto della creatività e del patrimonio culturale di tutti i partecipanti.

 

Si tratta di un’impostazione metodologica impegnativa - ma si fa osservare - che la LUSE è nata anche per sperimentare modalità di acquisizione della conoscenza e del sapere fuori degli schemi tradizionali. Naturalmente, nel corso dell’Anno Accademico, verranno sempre attivati i corsi di alfabetizzazione (informatica, fotografica, della lingua inglese, ecc.) oltre alle visite guidate.

 

La LUSE come espressione della società civile ribadisce la propria disponibilità a collaborare con tutte le altre realtà associative del volontariato nell’intento di edificare delle comunità solidali e aperte al libero confronto senza preclusione alcuna con l’obiettivo di perseguire il bene comune. La LUSE ringrazia i Comuni di Serradifalco e di Montedoro, l’Istituzione scolastica, le Parrocchie, le Pro-Loco per la grande disponibilità manifestata.

 

Un particolare ringraziamento va espresso all’Auser per il sostegno formale e sostanziale offerto alla LUSE.

 

A nome del direttivo,

Prof. Pasquale Petix

 

La Voce del Nisseno online