INCONTRI

 
     
SERRADIFALCO, SI È CONCLUSO L’ANNO ACCADEMICO DELLA LIBERA UNIVERSITÀ SENZA ETÀ

SERRADIFALCO, SI È CONCLUSO L’ANNO ACCADEMICO DELLA LIBERA UNIVERSITÀ SENZA ETÀ

lug 26 2020

di MICHELE BRUCCHERI – SOCIETÀ. Paolo Miraglia: i corsi del primo quadrimestre espletati regolarmente. Salvatore Pelonero: quelli del secondo periodo soltanto online per il Coronavirus  

 
 Paolo Miraglia

Si è concluso l’anno accademico della Luse (Libera Università Senza Età) che abbraccia le comunità di Serradifalco e Montedoro, guidate rispettivamente dai sindaci Leonardo Burgio e Renzo Bufalino. All’inaugurazione, lo scorso anno ad ottobre, furono presenti varie autorità e quasi tutti i docenti dei vari corsi didattici. Rettore dell’importante organismo è Giuseppe Bruccheri, mentre è vice rettore Paolo Miraglia.

Presso Palazzo Mifsud, dunque, il professor Miraglia ha relazionato in merito all’andamento didattico. Salvatore Pelonero dichiara a La Voce del Nisseno (versione online): “Si è concluso l’anno accademico presso Palazzo Mifsud dove ha sede l’associazione Auser, madre ideale della popolare università. Il vice rettore ha evidenziato come i corsi del primo quadrimestre siano stati regolarmente espletati. Si sono conclusi quasi tutti regolarmente, mentre quelli programmati nel secondo quadrimestre non si sono potuti svolgere a causa del Covid-19”. 

 
 L'oncologo Stefano Vitello e il giornalista Michele Bruccheri

“Tuttavia – prosegue – qualche argomento ed altre tematiche di attualità si sono realizzate con la piattaforma digitale: sei in tutto”. Incontri online, quindi, con docenti e professionisti di notevole spessore. “Di grande caratura intellettuale e morale, con grande senso di umanità”, spiega Pelonero. “Perché l’hanno fatto con spirito di servizio e di volontariato”.

Alla conclusione dell’assemblea, nel rispetto rigoroso delle norme anticovid, erano presenti una quarantina di persone. A mo’ di esempio, citiamo alcuni meeting in video-conferenza che la Luse ha tenuto nel periodo di emergenza sanitaria legata al Coronavirus. A maggio, l’incontro con il magistrato Giovanbattista Tona sul tema: “Libertà costituzionali e doveri di solidarietà alla prova del Coronavirus”; a giugno, conversazione con il professor Pietro Speziale (docente universitario di Biochimica a Pavia) sul tema “Strategie medico-epidemiologiche, diagnostica e terapie con farmaci e vaccini per affrontare il Covid-19”.

Ed ancora: a metà giugno, “L’alimentazione ai tempi del Coronavirus: vince la dieta mediterranea” con la dottoressa Carmelinda Pera (biologa nutrizionista). E poi, agli inizi di luglio: incontro con il dottor Stefano Vitello (direttore dell’Unità Operativa Complessa di Oncologia dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta) sul tema “La corresponsabilità alla salute”. Tre seminari di formazione, fanno sapere Miraglia e Pelonero, sono stati curati dal professor Pasquale Petix: “Il referendum del 2 giugno 1946”, “Le origini antiche della trattativa Stato-Mafia” e “Il movimento antimafia: vittorie e sconfitte”. Corsi a distanza sulla cittadinanza informata e responsabile nell’ambito del ciclo di lezioni tenute dal sociologo e docente di Diritto, nonché firma del nostro giornale La Voce del Nisseno. Un corso è stato anche curato dall’avvocato penalista Giuseppe Dacquì.

Nonostante l’emergenza epidemiologica Covid-19, la Luse ha egregiamente svolto il suo prezioso ruolo di sensibilizzazione dell’opinione pubblica su tematiche delicate e di stretta attualità.             

MICHELE BRUCCHERI     

La Voce del Nisseno online