INCONTRI

 
     
ROMA, MARIA RIZZI PRESENTA IL SUO GIALLO “IL MARE INVISIBILE”

ROMA, MARIA RIZZI PRESENTA IL SUO GIALLO “IL MARE INVISIBILE”

gen 31 2020

di SILVANA LAZZARINO – LIBRI. Domani pomeriggio alla Libreria Hora Felix. A dialogare con la scrittrice, il critico letterario e poeta Sandro Angelucci. I particolari su La Voce del Nisseno  

 
 

Con classe e professionalità Maria Rizzi presidente dell’Iplac (Insieme per la Cultura) costituita su iniziativa del padre Nicola Rizzi e Maurizio Meggiorini nel 2005, ha portato avanti negli anni gli ideali su cui si fonda l’Associazione impegnata nella promozione e diffusione della cultura con eventi, premi letterari, e in particolare il Premio “Voci di Città di Roma” che giunto alla sua XIV edizione, conferma ogni anno il grande successo di pubblico e apprezzamenti da parte della critica. Un Premio che abbraccia diverse sezioni e sottosezioni compresa quella della Poesia in metrica dedicata a Nicola Rizzi di cui porta il nome, a sottolineare il gran talento di questo autore per il sonetto attraverso cui ha descritto l’intensità della vita nelle sue diverse sfumature tra desiderio, malinconia, rinascita e attesa.

Fin dalla prima edizione di questo prestigioso Premio a fianco di Maria Rizzi, sono stati e continuano ad essere, nomi illustri del panorama letterario nazionale tra scrittori, poeti, critici letterari. Tra questi: Roberto Mestrone presidente della giuria del Premio, poeta e critico letterario, Sandro Angelucci poeta, saggista e critico letterario, Laila Scorcelletti scrittrice, cantante e attrice, nonché vice presidente Iplac, Loredana D’Alfonso scrittrice, giornalista pubblicista e critico letterario, Federica Sciandivasci, poetessa, scrittrice, Nunzia Gionfriddo, scrittrice, saggista critico letterario, Roberto De Luca scrittore e poeta, Paolo Buzzacconi poeta scrittore e critico letterario, Alberto Canfora poeta, scrittore, autore di testi per canzoni, pittore e scultore, Aurora De Luca scrittrice, poeta e critico letterario ed altri.

A coordinare il gruppo di lavoro riferito non solo al Premio, ma all’attività dell’Iplac con impegno e passione da qualche anno è Silvia Cozzi segretaria - consigliera dell'Iplac, affermata poetessa e scrittrice, vincitrice (sezione poesia) del Premio Voci 2017 e di molti altri premi importanti. Autrice di romanzi e gialli di successo, Maria Rizzi con il suo stile lineare e avvolgente coinvolge ogni volta il lettore attraverso storie ed emozioni che colpiscono e affascinano come si evince leggendo i suoi racconti e i romanzi noir di cui vanno citati: “Anime Graffiate” del 2012 giunto alla terza edizione per i tipi di Corpo 12 – Giallomania e “Il sentiero del mare” del 2016 (Pegasus).  

Il suo recente romanzo “Il mare invisibile” (Edizioni della Sera 2019) vincitore del Concorso letterario “I narratori della sera”, che già si preannuncia di grande successo, viene presentato domani a Roma presso la libreria Hora Felix (Via Reggio Emilia, 89) alle ore 18. A moderare la presentazione è Loredana D’Alfonso, mentre a dialogare con l’autrice interviene Sandro Angelucci che attraverso domande mirate, mette in luce l’abilità con cui l’autrice mantiene alto l’interesse dei presenti e del lettore attraverso un ritmo dinamico sul piano narrativo dove non mancano momenti di tensione e imprevisti.

 
 

Le letture sono a cura di Paolo Di Santo che aiuterà ad entrare ancor più nelle atmosfere misteriose ed inquietanti della storia. Un giallo di denuncia dove i personaggi sono caratterizzati con acutezza nei loro tratti psicologici, a partire dall’ispettore Venanti, un anti-eroe impulsivo e intransigente determinato nella risoluzione del caso. Lo scenario è quello di una località balneare della Sardegna la cui tranquillità viene sconvolta dal ritrovamento di un corpo. Le indagini vengono affidate all’ispettore Venanti che insieme al resto della squadra attraverso una serie di interrogatori, riuscirà a risolvere il caso in cui è coinvolto un gruppo di neonazisti xenofobi, collegato con altri nel gestire il traffico di organi.

Questi neonazisti sono persone che hanno fatto la guerra e proseguono nel sentimento dell’odio nei riguardi di razze diverse dalla propria, come a mantenere vivo quel dramma legato alla persecuzione ebraica culminata nella Shoah durante il secondo conflitto mondiale. L’avversione nei riguardi dello straniero è motivo intorno al quale ruota il traffico illecito di organi ad opera di questo gruppo di neonazisti. È il “passato che ritorna” riportando in vita “tragedie senza tempo”. La grande abilità di Maria Rizzi è quella di immergere il lettore passo dopo passo nelle ambientazioni descritte con attenzione ai dettagli, dove persone invisibili diventano vittime di altri votati al male.

Accanto alla sua attività di scrittrice e poetessa Maria Rizzi in virtù dell’associazione Iplac si dedica attivamente all’organizzazione e promozione di eventi, incontri letterari e concorsi letterari di cui citiamo anche quello per la Città di Abano Terme. Scrive prefazioni di libri, recensioni e si dedica alla presentazione di libri di diverso genere promuovendo gli autori e dando loro attraverso la sua associazione un’ottima visibilità. Maria Rizzi ha intuito quanto la cultura sia fondamentale per apprezzare ogni singolo aspetto della vita di ieri e di oggi.

SILVANA LAZZARINO

La Voce del Nisseno online