INCONTRI

 
     
NAPOLI, SABATO UNO SPETTACOLO SUGGESTIVO CON ANITA ED ETTORE PAVONE

NAPOLI, SABATO UNO SPETTACOLO SUGGESTIVO CON ANITA ED ETTORE PAVONE

dic 12 2019

di MICHELE BRUCCHERI – EVENTI. Voce narrante e nuova drammaturgia, ma anche effetti sonori e percussioni. Fiabe arrangiate e coinvolgenti. Al termine è previsto un buffet 

 
 Anita Pavone

“TRATTENEMIENTO DE PECCERILLE”: è questo il titolo dello spettacolo che si terrà a Napoli, sabato sera alle ore 20.30, a cura di PeoniArt – Teatro da Camera (seconda edizione della mini rassegna d’arte). Si tratta di fiabe sonorizzate da G. B. Basile ad A. Ruccello. Voce narrante e nuova drammaturgia: Anita Pavone. Effetti sonori e percussioni: Ettore Pavone.

Questo percorso è uno spettacolo di fiabe arrangiate in nuova stesura drammaturgica, dedicate principalmente all’opera dell’autore giuglianese Basile, de “Lo cunto de li cunti, overo lo trattenemiento de peccerille” (Pentamerone che risale alla seconda metà del ‘600 napoletano.) Basile, infatti, fu il primo ad utilizzare questo genere letterario come forma di espressione popolare e, ad indirizzare l’opera, nonostante il titolo, ad un pubblico di adulti.

“La Pièce mette, però, in tacito confronto, due linguaggi estendendo la sua rappresentazione alla seconda metà del ‘900 napoletano, periodo storico di un altro autore straordinario: Annibale Ruccello - racconta a La Voce del Nisseno la talentuosa e affascinante Anita Pavone -. Di quest’ultimo, grande drammaturgo e regista, di sicuro ciò che emerge, in un genere a lui così caro come la fiaba è la ricerca di un linguaggio scenico nuovo, misto alla trasgressione verbale”.

Raccontare di favole lo si può fare in molti modi, in questo spettacolo la via prediletta è quella del rapporto diretto con il pubblico restando in parte fedeli all’antica arte delle cantastorie che sposavano la commedia dell’arte. “Questa scelta di utilizzare la struttura interpretativa ed esplicativa, proprie delle fiabe antiche, raccontate da voce a voce, nasce dall’amore per tutto quel che, per sua natura intrinseca, rappresenta il patrimonio popolare, culturale e sociale della propria Terra di appartenenza - prosegue Anita Pavone -. Così ci si avvale della varietà dello strumento vocale nonché della mimica facciale, come elementi di comunicazione suggestiva e si predilige la sonorizzazione attraverso gli effetti sonori e percussivi, creati dal percussionista Ettore Pavone, per completare l’atto di natura drammaturgica”.

Il viaggio emotivo che ne consegue, dunque, tende a trascinare lo spettatore in un insieme di suggestioni di rapimento, grazie anche all’utilizzo di strumenti inusuali come il berimbao, (originario delle foreste brasiliane), l’hung drum (dal tocco ancestrale ed autentico che può produrre nove note armoniche diverse e che genera una sonorità metallica e magica) e ancora il multipad elettronico…, i tubi di metallo…, lo xilofono… ed altro.

“Uno spettacolo, quindi, in cui tutti i personaggi surreali prendono corpo attraverso le sonorità vocali, personaggi le cui vicende sono immerse in ambientazioni drammaturgiche ben procreate anche dalle magiche sonorità strumentali che danno vita ad una visione quasi filmica ed immaginifica di forte impatto”, conclude Anita Pavone che firma la direzione artistica. La promozione – ideazione è a cura dell’associazione culturale “La città che VogliAmo” PeoniArt - Teatro da Camera (presieduta da Rita Pardo). Al termine dello spettacolo è previsto un buffet.

MICHELE BRUCCHERI

Info sulla location e PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA:

️ 339 4730176 - 3394861524 

️ anche tramite WhatsApp 

E-mail: ritapardo@yahoo.it

🍱🥂Al termine è previsto un Buffet🍱🥂 


 
 

La Voce del Nisseno online