INCONTRI

 
     
NAPOLI, MARISA PORTOLANO E PAOLO RESCIGNO IN CONCERTO AL CIRCOLO UFFICIALI DELLA MARINA MILITARE

NAPOLI, MARISA PORTOLANO E PAOLO RESCIGNO IN CONCERTO AL CIRCOLO UFFICIALI DELLA MARINA MILITARE

nov 27 2019

di MICHELE BRUCCHERI – L’EVENTO. All’insegna di brani celebri da musical e commedie musicali dagli anni ’30 ai giorni nostri. L’esibizione della cantante e del pianista partenopei giovedì 5 dicembre 

 
 La cantante Marisa Portolano

Mancano pochi giorni a giovedì 5 dicembre per lo spettacolo che si terrà, a Napoli, presso il Circolo Ufficiali della Marina Militare. L’esibizione artistica vedrà attivi protagonisti la cantante Marisa Portolano e il marito, pianista, Paolo Rescigno. Un duo collaudato e affiatato, di grande spessore ed energia. Un concerto all’insegna di brani celebri da musical e commedie musicali dagli anni Trenta ai giorni nostri.

La voce suadente ed espressiva di Marisa Portolano e i virtuosismi al pianoforte di Paolo Rescigno saranno gli ingredienti vincenti dello spettacolo che farà conoscere meglio il vasto repertorio che hanno in scaletta per l’evento musicale. La brava cantante ringrazia, dal sito web de La Voce del Nisseno, l’amico fotografo Umberto T. Vocaturo “per la foto che ho utilizzato per pubblicare l’iniziativa”.

A Marisa Portolano chiedo: cos’è il musical? Ce lo spieghi? “Certamente. Si tratta di un genere di rappresentazione teatrale e cinematografica, nato e sviluppatosi negli Stati Uniti tra l’Ottocento e il Novecento”, racconta al cronista. E poi: “Il musical è uno spettacolo derivato dall'opera e adattato al gusto e al costume statunitense. Questo spettacolo è costituito da una commedia, in genere brillante e di ambientazione americana con brani di musica leggera, o jazz, o che derivano dall'opera lirica e dal balletto”.

La delicata artista partenopea puntualizza che il corrispettivo, in Italia, è la commedia musicale. Cerco di sapere qualcosa di più, in merito a questo importante e interessante spettacolo. Mi risponde, schiettamente: “Ci siamo divertiti a interpretare alcuni fra i compositori che con la loro arte musicale hanno contribuito al discorso del musical. Uno di questi è Kurt Weill, un compositore tedesco degli inizi del ‘900, che cercava un suo stile lontano dalle convenzioni dell’opera e dalla nuova musica dodecafonica”.

Fa una breve pausa e riprende: “Weill intuisce che la via per l’innovazione consiste in una sintesi tra forme classiche e musica d’intrattenimento. Sceglie cantanti con esperienza di cabaret o di teatro di prosa, che usano la voce in modo spontaneo e non ‘impostato’; compone melodie facili da canticchiare e ritmi orecchiabili; crea uno stile rivoluzionario con la sua composizione più famosa”.

Marisa Portolano si riferisce all’Opera da tre soldi in collaborazione con Bertolt Brecht. “Chi non conosce la famosa ballata di Mackie Messer?”, chiede retoricamente. E prosegue: “L’essenza del Kabarett tedesco ve la proponiamo in questo mix dove ascolterete anche Tango Ballade e Surabaja Johnny”. C’è inoltre da aggiungere che fra i compositori che hanno contribuito a rendere il Musical un genere musicale particolarmente apprezzato è stato George Gershwin. 

 
 Il pianista Paolo Rescigno

Chi verrà – chiedo – ascolterà qualcosa di questo grande artista? Marisa Portolano risponde: “Chi verrà, ascolterà Summertime e The man i love”. E poi?, insisto. L’artista napoletana, nostra cara amica, generosamente continua. “Il nostro viaggio nel Musical continuerà con altri brani famosi, da Night and day di Cole Porter a Memory dal musical CATS; The Music of the night dal FANTASMA dell’OPERA di A.L. Webber, fino ai giorni nostri con L’Ave Maria Pagana da NOTRE DAME DE PARIS di Riccardo Cocciante”.

Un programma da leccarsi i baffi, dunque! Da ciò che consegna al nostro taccuino, emerge un palinsesto assai intrigante e bello. “La nostra attenzione - ragiona ancora Marisa Portolano - sarà rivolta anche verso la nostra commedia musicale, valido corrispettivo italiano del musical americano. Tutti ricordano il notissimo compositore italiano Gorni Kramer che in collaborazione a Garinei e Giovannini contribuì all’evoluzione in commedia musicale di quello che era la rivista. Brani come Domenica è sempre domenica, Un bacio a mezzanotte, Donna, ne sono un validissimo esempio che andremo ad eseguire”.

 

Puoi darci un’altra chicca? Marisa Portolano conclude: “Il nostro percorso non poteva trascurare anche citazioni da musical che sono poi diventati delle pellicole famosissime, da Hello Dolly di cui ricordiamo la magistrale interpretazione di una spumeggiante Barbra Streisand a Cabaret dall’omonimo film di Bob Fosse resa indimenticabile dalla grande Liza Minnelli”.

A questo punto, non resta che contare i giorni che ci separano dall’evento di giovedì 5 dicembre. Sarà certamente un concerto pregevole e indimenticabile. Noi, dalla Sicilia, ci saremo col cuore.

MICHELE BRUCCHERI      

La Voce del Nisseno online