INCONTRI

 
     
ROMA, LAURA CAPOGNA DOMANI POMERIGGIO PRESENTA IL LIBRO “SHAKESPEARE”

ROMA, LAURA CAPOGNA DOMANI POMERIGGIO PRESENTA IL LIBRO “SHAKESPEARE”

nov 17 2019

di SILVANA LAZZARINO – IL ROMANZO. Una biografia sul grande drammaturgo. Sarà presente anche la docente universitaria Patrizia Magnante e il fumettista Mauro Talarico 

 
 

Tra gli autori che meglio hanno saputo tratteggiare l’universo dell’uomo nella sua quotidianità con drammi, commedie sottese da una sottile ironia vi è Shakespeare che entra nella realtà pur viaggiando anche in contesti talora fantastici, raccontando la lotta per il potere, l’amore, la precarietà della vita, unitamente ai motivi della morte e dei dubbi sulla stessa esistenza. Descrive le diverse sfumature di stati d’animo facendo emergere dubbi, paure, e quella lucida follia che imprigiona. Così accanto agli effetti del potere sulla mente umana come in “Re Lear” in cui il sovrano è accecato da un ego smisurato che lo conduce ad un totale isolamento, sono il motivo della fragilità e dell’identità umana come in “Otello” dramma intimo e psicologico, solo per citare due titoli tra i più calzanti.

Di Shakespeare, in particolare della sua vita, di quella parte mancante, più privata legata alla sua famiglia, ai suoi incontri, tratta il romanzo di Laura Capogna edito da SaMa Edizioni che viene presentato domani alle ore 17.30 presso le Biblioteche di Roma - Biblioteca Valle Aurelia (in Viale di Valle Aurelia, 129) a Roma. Alla presentazione ad affiancare l’autrice sono la sociologa e docente universitaria (Università di Tor Vergata) Patrizia Magnante e il fumettista Mauro Talarico, le cui conversazioni con la stessa autrice saranno intervallate dalla lettura di alcuni passi del romanzo.

Laura Capogna con questa biografia romanzata del grande drammaturgo, a partire dall’opera di Peter Ackroyd “Shakespeare, the biography” entra nella vita privata di Shakespeare ragazzo, marito, padre attraverso i contenuti dei suoi Sonetti e guardando alle sfide di personaggi quali: Mercuzio, Romeo, Otello, Jago, Amleto. Accanto al protagonista sono personaggi storici realmente esistiti che interagiscono nelle vicende descritte e la cui “vera storia” è in gran parte perduta in quanto “nessuno di loro sfugge alla regola ‘La vita non è che un’ombra che cammina, un misero attore che si affanna e strepita in scena quando è il suo momento, e poi scompare, ignoto’. Questi personaggi ‘veri’ nella narrazione è come se tornassero ad esistere risultando credibili nel loro dimostrarsi “abili nell’arte della simulazione e dissimulazione, in una dimensione che diventa più umana e verosimile proprio quando è meno storicamente accertabile”.

Di fronte agli interrogativi che ancora restano irrisolti e ai dati mancanti inerenti la vita e le opere del grande drammaturgo, dove può arrivare la libertà di interpretazione senza snaturare la realtà di dati e informazioni note ed accertate? Al lettore spetterà di scoprirlo. L’evento è organizzato in collaborazione con Biblioteca di Roma Valle Aurelia. 

SILVANA LAZZARINO

La Voce del Nisseno online