INCONTRI

 
     
“CARO VOLI” PENALIZZA LA SICILIA: L’UDC PROMUOVE UNA MANIFESTAZIONE DI PROTESTA

“CARO VOLI” PENALIZZA LA SICILIA: L’UDC PROMUOVE UNA MANIFESTAZIONE DI PROTESTA

nov 13 2019

Redazione Online – POLITICA. Decio Terrana, coordinatore regionale nell’isola: “Il tempo del silenzio è finito”. L’iniziativa si terrà all’aeroporto di Catania il prossimo venerdì 29 novembre  


Il coordinatore politico regionale dell’Udc Italia in Sicilia, onorevole Decio Terrana, esprime grande soddisfazione per il “tam tam mediatico” che si è creato sulla lotta al cosiddetto “Caro Voli”, sicuro che l’attenzione dei media sarà utile per sensibilizzare le forze politiche ad intervenire sull’emergenza.

 

Già da aprile - specifica il segretario regionale - l’Udc si è mosso con diversi contatti in Parlamento. Si avvertiva già questa situazione, quindi abbiamo scritto al Presidente Conte e ai Gruppi Parlamentari sino all’ultima richiesta al Presidente Sergio Mattarella di poche settimane fa. Poco però si è mosso, e la chiusura delle tratte di Vueling ha aumentato l’emergenza sui prezzi”. 


“Il Governo è rimasto indifferente ai nostri bisogni - continua Terrana -. Un Governo che non ascolta i suoi cittadini e meno ancora noi siciliani. Noi abbiamo invece proposto una tariffa fissa per noi siciliani, quantomeno nelle rotte principali per Roma e per Milano: 50 euro. Sappiamo che è possibile farlo e vogliamo che si faccia”. 


“Non è possibile che un siciliano debba rinunciare a spostarsi dalla propria terra. Non è possibile che un imprenditore debba rinunciare ad importanti occasioni d’investimento non potendosi recare al di fuori del proprio territorio - prosegue -. Non è possibile che si rinunci persino alle cure mediche, impossibilitati a raggiungere ospedali migliori per via delle altissime tariffe aeree”.


“Felice che finalmente altri politici siciliani stiano sollecitando la nostra stessa iniziativa e che anche il Codacons abbia avviato un’indagine a riguardo - conclude Terrana -. Invitiamo gli stessi e i cittadini siciliani a partecipare alla nostra manifestazione di protesta presso l’aeroporto di Catania per venerdì 29 novembre, quando pacificamente e con la moderatezza che ci contraddistingue chiederemo a gran voce di essere ascoltati. Roma ci deve ascoltare. Il tempo del silenzio è finito”.

La Voce del Nisseno online