INCONTRI

 
     
A NAPOLI LA TALENTUOSA PIANISTA ROMANA STEFANIA TALLINI INCANTA IL PUBBLICO

A NAPOLI LA TALENTUOSA PIANISTA ROMANA STEFANIA TALLINI INCANTA IL PUBBLICO

mag 18 2019

di DANIELA VELLANI – L’ESIBIZIONE. Musica di qualità e grandi emozioni. Tutti soddisfatti. Ecco il reportage per La Voce del Nisseno. I nomi e i titoli, ma anche le date della rassegna teatrale 

 
 

 

Stefania Tallini, talentuosa pianista, arrangiatrice e compositrice si è esibita ieri sera in una location meravigliosa, Decumani Hotel de Charme, nel cuore della città partenopea, al cospetto di un numeroso pubblico, sospendendo il tempo con la sua musica ammaliante. Non c’era evento più raffinato e di gran classe, oltre che di musica all’insegna della “bellezza”, del Piano Solo dell’artista romana, per concludere la quinta edizione di WunderkammerMusic, la rassegna dell’associazione Wunderkammer presieduta da Diego Nuzzo che si avvale della preziosa collaborazione di diverse persone tra cui Alessandra Rivazio, Salvatore Falco, Claudio Postiglione e il fotografo di scena Giancarlo de Luca, e che quest’anno i due direttori artistici, Francesco D’Errico e Giulio Martino, hanno dedicato interamente al compianto artista Riccardo Zinna.

 

Come sempre la performance è stata preceduta da un conviviale aperitivo con degustazioni di vini, servito in calici, delle Cantine di Marzo di Ferrante Di Somma con il coordinamento di Michela Guadagno. Lo spettacolo si è aperto con i saluti di Diego Nuzzo che ha ringraziato l’avvocato Domenico Fusella per la squisita ospitalità nella location, di cui ha descritto le caratteristiche storico-culturali. Gli ha, quindi, fatto dono dei due preziosi libri presentati da Valerio Ceva Grimaldi, Napoli insolita e segreta e Campania insolita e segreta (Edizioni Jonglez). 

 
 

 

“È bello essere qui”, ha affermato Stefania Tellini allorché ha fatto il suo ingresso nella sontuosa sala e ha ricordato i suoi legami affettivi con la città di Napoli. Ha poi dato voce alla musica, conducendo per mano i presenti in un percorso ricco, variegato, emozionante e intenso tra sue composizioni edite e inedite. Di volta in volta la talentuosa pianista romana ne ha dipinto le caratteristiche, le dediche, le ispirazioni, le storie ad esse collegate, creando così col pubblico un empatico ed intimo coinvolgimento.

 

Via via i brani si susseguivano in un’alternanza di atmosfere, ora dolci emozionanti e soft e ora incalzanti e con ritmi crescenti, talvolta piacevolmente ossessivi con reminiscenze “ginasteriane”. Le talentuose e virtuose esecuzioni hanno evidenziato una musica oltre che indubbiamente bella e raffinata, originale, personale, frutto della armoniosa fusione di classico, jazz e brasiliano: un bouquet di molteplici sonorità ricche di colori e sfumature suggestive di grande impatto emotivo.

 
 

 

Con New House il piano, accarezzato come da una brezza delicata in un crescendo delicatamente incalzante, ha avvolto subito il pubblico in un’atmosfera che si è fatta subito, calda. Sonorità briose hanno caratterizzato Rio de Janeiro, brano nato dopo un’intervista a Jobim durante la quale l’artista descriveva la bella città. Le dita sui tasti bianchi e neri sprigionavano note scorrevoli e con echeggiamenti brasiliani che diventavano fotogrammi degli anfratti della città carioca. Subito dopo La spiaggia rimandava ad un’immagine malinconica del mare.

 

Velocità, brio, vivacità, ritmo ricco, forza e intensità, quasi un invito alla danza, hanno caratterizzato le esecuzioni di Choro cubano, una composizione con cui la Tallini ha omaggiato un genere nato alla fine dell’800, e Frevo storto, ispirata ad una danza brasiliana sempre della fine dell’800. Particolarmente emozionanti le composizioni dedicate a persone care come una Ninna nanna, Acalanto carioca e Anna con melodie che arrivano al cuore e toccano le corde di chi ascolta. Non poteva mancare il bis, richiesto a gran voce dal pubblico.

 

 

Questa volta la pianista si è esibita con una superba interpretazione dello standard The Nearness for you che con affetto ha voluto dedicare al pubblico. Ha suonato con trasporto e con improvvisazioni ricche e coinvolgenti chiudendo un concerto da incorniciare tra i ricordi belli. È stato un evento che ha soddisfatto tutti, protagonista, organizzatori e pubblico e che ha ricevuto il sostegno di Edizioni Jonglez, Napoli insolita e segreta e Alberto Napolitano Pianoforti, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.

 

WunderkammerMusic dà quindi appuntamento alla prossima stagione, ma… l’associazione prosegue con altri appuntamenti notevoli. Le prossime date di Wunderkammer, la rassegna teatrale, saranno le seguenti:

il 24 maggio 2019 L’ANTICAMERA da Luigi Lunari diretto da Ciro Giordano Zangaro con Ciro Giordano ZangaroMariaGiusy BuccianteLaura Pagliara e Francesco Giudice.

Il 31 maggio STREAP SONG TEASE scritto, diretto e interpretato da Ferdinando Maddaloni. Si segnala, inoltre, Mirror, due eventi “speculari” USA-Italia e Italia-USA, Sax-Piano e Piano-Sax, che avranno luogo presso il Cimitero delle Fontanelle il 25 maggio alle ore 21 con Gregory Dudzienski e Francesco D’Errico, il 26 con Giulio Martino e Peggy Stern.

 

DANIELA VELLANI

La Voce del Nisseno online