INCONTRI

 
     
CAMPOFELICE DI ROCCELLA SI PREPARA AL BENVENUTO DELL’EDIZIONE 103 DELLA TARGA FLORIO

CAMPOFELICE DI ROCCELLA SI PREPARA AL BENVENUTO DELL’EDIZIONE 103 DELLA TARGA FLORIO

mag 07 2019

Redazione Online – RALLY. Gli equipaggi partiranno venerdì. La ProCampofelice affiancherà la sindaca Michela Taravella e l’esecutivo comunale. Probabile prova speciale l’anno prossimo 

 
 

Ci sono foto, quadri, immagini che ritraggono pezzi di storia e che rendono momenti immortali. Se c'è un’immagine che racconta più di tutte il legame della Targa Florio con le Madonie è l'Alfa Romeo n. 30 di Achille Varzi che sfreccia sulle strade polverose di Campofelice di Roccella (in provincia di Palermo), lasciandosi alle spalle la facciata della Chiesa Madre volando verso la vittoria della Targa del 1930.

Sono passati diversi decenni, siamo giunti ormai all'edizione 103 della Targa Florio, eppure la passione scorre ancora con vigore nelle vene dei madoniti, ed in particolar modo negli appassionati di Campofelice di Roccella. E proprio dal rettilineo della ridente cittadina palermitana nel 1906 partiva la prima Targa Florio. Un legame indissolubile che oggi si rafforza con tre passaggi fondamentali della corsa più antica del mondo nel centro di Campofelice di Roccella.

Sarà la ProCampofelice ad affiancare sindaco ed amministrazione comunale nell’organizzazione e nei preparativi per ospitare gli eventi. Si partirà venerdì prossimo, dalle ore 8 alle ore 12.30 con gli equipaggi che testeranno la mitica strada che dall'uscita di Campofelice di Roccella conduce verso Collesano nello shake down; parco assistenza dello shake down lungo il viale Europa e Viale delle Nazioni di Campofelice.

Di pomeriggio, sempre venerdì, alla fine della prima prova spettacolo Termini Imerese è previsto il riordino nella splendida ottagonale Piazza Garibaldi di Campofelice che per l’occasione apparirà come una cornice in memoria di momenti immortalati nel tempo con quadri e foto dove ad aspettare gli equipaggi ci sarà l'amministrazione comunale che, insieme ai tanti volontari appassionati di Targa, omaggerà i concorrenti con un ricordo di Campofelice, mentre gli stessi concorrenti rilasceranno le prime impressioni a caldo dopo la prima prova speciale, proprio perché sarà allestito uno spazio dedicato alla stampa che troverà dimora proprio a Campofelice presso la direzione gara del parco dei leoni.

Sabato, invece, controllo a timbro alle ore 10.30 e alle ore 16.30 dopo le prove spettacolo Collesano, nella magnifica cornice di Piazza Garibaldi, dove le macchine saluteranno Campofelice voltando le spalle alla Chiesa Madre in un significativo arrivederci come fu quello di Varzi nel 1930. E chissà che l'anno prossimo Campofelice di Roccella non ritorni con qualche prova speciale, magari con una prova spettacolo.

La sindaca di Campofelice di Roccella, Michela Taravella, dal sito web de La Voce del Nisseno  ringrazia i vertici di Aci Sticchi Damiani, Pizzuto e il direttore di gara Cascino con cui si è avviata un’interlocuzione proficua che sicuramente l'anno prossimo confermerà la cittadina palermitana protagonista della Targa Florio.

 
 

La Voce del Nisseno online