INCONTRI

 
     
INCIDENTE FERROVIARIO ANDRIA-CORATO: DOMANI PROSEGUE IL PROCESSO A TRANI

INCIDENTE FERROVIARIO ANDRIA-CORATO: DOMANI PROSEGUE IL PROCESSO A TRANI

apr 10 2019

di MICHELE BRUCCHERI – GIUDIZIARIA. In quella tragedia in Puglia, morirono 23 persone e ci furono più di 50 feriti. Anna Aloysi: “Attendiamo fiduciosamente che la Giustizia faccia il suo corso” 

 
 Anna Aloysi

Domani presso il Tribunale di Trani proseguirà il processo ai presunti colpevoli e imputati relativamente al tragico incidente ferroviario sulla tratta Andria-Corato. Quel maledetto 12 luglio 2016 costò la vita a ventitré persone e il ferimento di oltre cinquanta passeggeri. Anna Aloysi, 49 anni, al microfono de La Voce del Nisseno (versione online), dichiara: “Attendiamo fiduciosamente che la Giustizia faccia il suo corso, 23 vittime attendono Giustizia”.

Gli imputati sono: per il Ministero dei Trasporti, Virgilio Di Giambattista, Alessandro De Paolo, Pietro Marturano; per la società Ferrotramviaria Spa, Enrico Maria Paquini, Gloria Pasquini, Massimo Nitti, Michele Ronchi, Giulio Roselli, Vito Piccarreta, Alessio Porcelli, Nicola Lorizzo, Francesco Pistolato, Vito Mastrodonato, Francesco Giuseppe Schiraldi, Tommaso Zonno, Giandonato Cassano, Antonio Galesi. Ed ancora: per la Società Ferrovtramviaria Spa viene contestato l’illecito amministrativo.

L’associazione “Anna Aloysi incidente ferroviario Andria-Corato 12 luglio 2016” – si legge in una nota stampa – auspica che “in presenza di responsabilità della Società Ferrotramviaria Spa le venga revocata la concessione e la tratta venga gestita direttamente dallo Stato”. Il proposito della sua associazione è, infatti, l’incessante e tenace ricerca della verità.

Infine, Anna Aloysi afferma: «Il nostro fine è la ricerca della verità, la ricerca delle cause e delle responsabilità, delle omissioni da parte delle parti – scusate il gioco di parole – nel tragico incidente ferroviario».

MICHELE BRUCCHERI

La Voce del Nisseno online