INCONTRI

 
     
ROMA, OMAGGIO AL REGISTA DI DENUNCIA PASQUALE SQUITIERI A DUE ANNI DALLA SUA MORTE

ROMA, OMAGGIO AL REGISTA DI DENUNCIA PASQUALE SQUITIERI A DUE ANNI DALLA SUA MORTE

feb 18 2019

di SILVANA LAZZARINO – IL FILM. Pomeriggio la proiezione de “L’altro Adamo” alla Casa del Cinema. Subito dopo, un incontro con vari protagonisti. I dettagli su La Voce del Nisseno  



 

Si spegneva due anni fa il 18 febbraio 2017, Pasquale Squitieri, regista di denuncia sempre attento alle sorti di questo nostro amato e odiato Paese. A distanza di due anni, il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale oggi lo ricorda con una giornata evento alla CASA DEL CINEMA DI ROMA (ingresso libero) che si apre con la proiezione del film “L’altro Adamo” alle 16.20, seguita da un incontro moderato da Claudio Siniscalchi al quale parteciperanno Lino Capolicchio, Ottavia Fusco Squitieri, Marianna Jensen, Franco Mariotti.

 

Pasquale Squitieri non ha mai girato un film comico. Il suo interesse era centrato sulla realtà umana e sociale, su aspetti legati alla storia e alla cronaca trattati con forte realismo. Con coerenza invidiabile ha raccontato e descritto le contraddizioni della razza umana con affreschi storici di grandissimo successo popolare (“I guappi”, “Il prefetto di ferro”) e forieri di violente polemiche (“Claretta”, “Li chiamarono… briganti!”) senza mai dimenticare i mali che assillano questa nostra società come il dramma della droga (“Viaggia, ragazza, viaggia, hai le musiche nelle vene”, “Atto di dolore”), della camorra e della mafia (“Camorra”, “L’ambizioso, Corleone”, “Il pentito”) del terrorismo (“Gli invisibili”) e dell’immigrazione (“Razza selvaggia”, “Il colore dell’odio”), e ancora del terrorismo (“Gli invisibili”) e della morte sul lavoro (“L’avvocato De Gregorio e lo spot televisivo Morire sul lavoro”).

 

La sua etica rigorosa gli ha permesso di attraversare forme artistiche diverse come il teatro (“La battaglia”, “Napoli/Sade”, “Come tu mi vuoi”, “Lettera al padre”, “Piazzale Loreto”), la televisione (“La segnorina”, “Naso di cane”, “Missione Reporter: Geografia della fame”).

 

Nelle produzioni più recenti Squitieri ha realizzato progetti inediti ideati tra la fine degli anni Sessanta e gli inizi degli anni Settanta e che mostrano un’attualità impensabile. Un esempio significativo è proprio il suo ultimo film “L’altro Adamo” del 2014 che deriva da un suo antico soggetto scritto nel lontano 1969… un Kafka cyberpunk!

 

 

“L’altro Adamo” con Lino Capolicchio, Ottavia Fusco Squitieri, Marianna Jensen, soggetto e sceneggiatura di Pasquale Squitieri e musica di Manuel De Sica, fu presentato al Maxxi in anteprima mondiale nell'ambito della "Festa del Cinema" di Roma 2014.

 

La trama. Adamo, chiede all’evoluta intelligenza artificiale del suo computer di realizzare un suo doppio che viva un breve spazio di vita reale, fatto di ideali, valori autentici e grandi passioni. Il computer lo accontenta e Adamo inizierà a vivere una vera storia d’amore, ma il finale avrà aspetti tragici poiché Adamo arriverà ad uccidere la donna amata e non si potrà modificare l'elaborazione del computer per ovviare a questo dramma. Le immagini di quell’omicidio saranno captate dai servizi di sicurezza e Adamo verrà condannato alla pena capitale. L’apparenza diventa realtà rendendo reale il sogno di Adamo.

 

A conclusione della proiezione del film vi sarà l’incontro moderato da Claudio Siniscalchi con Lino Capolicchio, Ottavia Fusco Squitieri, Marianna Jensen, Franco Mariotti

 

SILVANA LAZZARINO

La Voce del Nisseno online