Incontri

 
     
PREMIO LETTERARIO NAZIONALE “IL POETA EBBRO”: UN GRANDE SUCCESSO A SPOLETO

PREMIO LETTERARIO NAZIONALE “IL POETA EBBRO”: UN GRANDE SUCCESSO A SPOLETO

ott 11 2018

di SILVANA LAZZARINO – Apprezzata la prima edizione de “La Vendemmia Letteraria”, ideata da Anna Manna. Grande emozioni per poeti e pubblico. Il resoconto per La Voce del Nisseno 

 

 
 Anna Manna

Grande successo lo scorso sabato a Spoleto città patrimonio dell’UNESCO dove si è svolto l’appuntamento con la prima edizione de LA VENDEMMIA LETTERARIA ideato da Anna Manna famosa poetessa e scrittrice, organizzatrice di eventi letterari di gande richiamo, nonché Presidente del Premio le “Rosse Pergamene”, in collaborazione con Vera Ambra, che si è svolto entro uno scenario naturale e artistico spettacolare di rara bellezza. Dalla Piazza del Mercato dove si trova la splendida fontana bianca da poco restaurata agli spazi del centro della città compresa Piazza del Duomo fino all’Hotel dei Duchi, ogni angolo della città di Spoleto si è riempito della magia e della bellezza della poesia che ha trovato ampio respiro sia nel momento delle letture - il reading poetico - sia poi con il lancio del PREMIO LETTERARIO NAZIONALE “IL POETA EBBRO” da parte di Anna Manna, Vera Ambra e Sandro Costanzi.  

Un momento di grande emozione per poeti e pubblico presente che hanno accolto con entusiasmo la presentazione di questo progetto. Si tratta di un concorso che evidenzia e potenzia il dialogo culturale tra le città italiane con i propri artisti: Spoleto, Roma, Catania, L'Aquila, Firenze e infine e soprattutto Matera disegnano nel prossimo anno un dialogo ed uno scambio culturale a dimensione europea. Riguardo Matera, Capitale della Cultura per l'Europa 2019, da sottolineare la presenza di Antonella Pagano nella Giuria del Premio e Responsabile per i poeti della sua zona, vivacissima presenza culturale sul territorio nazionale che sarà il punto di contatto tra i vari eventi che verranno organizzati nell’ambito del Premio stesso.

In questo Premio originale, coinvolgente e multidisciplinare, viene dato spazio a diverse espressioni letterarie con sezioni per opere edite e inedite. Accanto alle sezioni sulla poesia a tema sulla metafora del vino e alla narrativa, sono la sezione Giornalismo, Saggistica e Letteratura per l’infanzia. In occasione di questo lancio si è costituita la Giuria con Presidenti Neria De Giovanni Presidente dell'Associazione Internazionale dei Critici letterari e Mario Narducci rispettivamente per le sezioni edite ed inedite. Della giuria fanno parte Angela Ambrosini, Anita Napolitano, Anna Manna, Antonella Pagano, Augusta Romoli, Clara Di Stefano, Sandro Costanzi, Tiziana Marini, Vera Ambra.

Diversi i premi assegnati: per la narrativa inedita ed edita rispettivamente ad Alessandra Felli ed Elena Cordaro, premio saggistica a Neria De Giovanni, mentre a conclusione la premiazione di Giovina Santini, premio ritirato da Sergio De Angelis, per l'opera di diffusione della cultura italiana all'estero. A chiudere il lancio del Premio “Il Poeta Ebbro” le musiche a tema e di grande raffinatezza scelte da Sandro Costanzi poeta spoletino di spicco e di grande cultura, responsabile dei poeti di zona per il premio.

Da citare anche l’entusiasmo che ha suscitato la premiazione del “Premo CibArte e…sia” a cura di Vera Ambra per la freschezza delle tematiche proposte. Tra i premi: per la Sezione Narrativa 1° classificata Cinzia Aloisi “Tango gastronomico”, 2° classificato Pietro Garuccio “A Pasqua couscous” e  3° classificata Eugenia Grimani “Ricordi”; per la Sezione Poesia 1° posto per Alfonso Gargano con “Tonnarelli cacio e pepe”, 2° posto per Dominga Carrubba “Dal canto di donne madri” e 3° posto a Lolita Rinforzi “Pane amore e tantissima ansia”. Inoltre Giuseppina Correnti Caruso con “Di nuovo a tavola” ed il fotografo Claudio Bonaccorso la cui opera è diventata il logo del premio di quest’anno, hanno ricevuto il Premio speciale della Giuria.

Un evento di ampio respiro quello della “Vendemmia Letteraria” dove la poesia superando il tempo scandisce le emozioni, pronte a riaccendersi ogni volta, per non dimenticare chi siamo stati e cosa sogniamo oggi e domani.

SILVANA LAZZARINO

La Voce del Nisseno online