INCONTRI

 
     
A ROMA SI INAUGURA DOMANI “TERRA VITA, L’ARTE COME DENUNCIA SOCIALE NELL’OPERA DI CARLO TORRISI”

A ROMA SI INAUGURA DOMANI “TERRA VITA, L’ARTE COME DENUNCIA SOCIALE NELL’OPERA DI CARLO TORRISI”

ott 02 2018

di SILVANA LAZZARINO – LA MOSTRA. È a cura di Paola Valori. Sono presenti dipinti e poesie dell’artista (in arte Abu Manu). L’esposizione rimarrà aperta sino a mercoledì 10 ottobre

 
 

In questo tempo dove l’inquinamento e il degrado ambientale stanno sempre più compromettendo l’equilibrio del nostro Pianeta, tra le figure di artisti che hanno saputo esprimere con forte impatto emotivo ed originalità questa situazione drammatica che già da più di 20 anni mette a rischio l’ecosistema è Carlo Torrisi, in arte Abu Manu artista attento alle problematiche ambientali. I suoi versi poetici e i suoi dipinti diventano una perfetta combinazione di parole e immagini per denunciare il malessere che investe la Terra e di conseguenza l’uomo, dimentico che quanto lo circonda è un dono e fonte di vita da rispettare e proteggere.

 
 

Alla sua opera è dedicata la mostra che inaugura a Roma presso gli spazi del Micro  domani alle ore 18,30 presso Porta Mazzini “Terra Vita, l’arte come denuncia sociale nell’opera di Carlo Torrisi” a cura di Paola Valori che resterà aperta ad ingresso libero fino al 10 ottobre.

Il percorso espositivo, nato come sfida per restituire un messaggio forte e provocatorio attraverso le arti, invita a riflettere sui temi dell'inquinamento e del degrado ambientale e allo stesso tempo intende denunciare - come spesso accade nel lavoro dell'artista - i danni ecologici nelle sue molteplici implicazioni. Trenta le opere esposte, alcune site-specific, tra le più significative del percorso artistico di Carlo Torrisi che comprendono accanto ad un ampio corpus di tele anche i suoi scritti con cui viene ricostruita la straordinaria vicenda umana che lo vede per decenni in Medio Oriente, anni fecondi e appassionati durante i quali mette la sua arte al servizio della Resistenza Palestinese, svolgendo intensa attività di propaganda attraverso la produzione di testi, manifesti, illustrazioni, dipinti e l’organizzazione e la documentazione fotografica di eventi.

La mostra “Terra Vita” che si arricchisce dell'autorevole introduzione in catalogo della fotografa Letizia Battaglia - da sempre dedita al suo lavoro come impegno civile - rappresenta un punto di arrivo importante per l'ambizioso progetto dell'artista, che invita il pubblico a riflettere su questioni tanto attuali quanto urgenti, sulle pesanti ripercussioni delle guerre e sul fragile equilibrio tra uomo e natura. Accanto al rispetto per la Terra è quello per l’uomo e le persone la cui dignità va sempre preservata. Spesso donne e bambini subiscono maltrattamenti, ferite fisiche e morali e ciò non deve accadere.

 
 

Accanto a “Messaggio perduto” sono “Icona Africana” e “Prima di Lampedusa” solo per citare  alcuni titoli di lavori dell’artista che avranno sull’osservatore/visitatore un impatto emozionale capace ancor più di sottolineare l’urgenza di intervenire per salvare la nostra Terra e aprire una nuova luce di speranza. Da un lato le conseguenze gravi dell’azione devastante dell’uomo, ma dall’altro una possibile speranza per recuperare tanta bellezza fatta di armonia ed equilibrio che l’incuria umana sta deturpando. Carlo Torrisi è un artista sociale che riesce a trarre da un contesto degradato stralci di vita facendo leva oltre che sulla pittura, anche sulla forza evocatrice della parola che nella poesia trova la sua espressione più profonda. Un percorso avvolgente che parla di rispetto per l’ambiente e per le persone, di collaborazione reso ancor più coinvolgente dall’incontro di pittura e poesia, immagini e parole.

 
 

Come sottolinea la curatrice Paola Valori: “Torrisi ha dunque un ruolo importante come artista, nel trovare attraverso l’arte non solo una via concreta per denunciare disagi epocali, ma nel proporre un rinnovamento culturale, aprendo il dibattito anche agli studenti e alle nuove generazioni”.

A rafforzare l'iniziativa sono previsti incontri e dibattiti con gli studenti per sensibilizzare i ragazzi su come si rapporta l'arte con la società, e come è cambiata la coscienza ecologica degli artisti in questi ultimi anni. L'evento rientra nell'ambito di E(art)h, iniziativa ideata dall'Associazione Michele Valori finalizzata alla diffusione della cultura e dall'arte, e si avvale della collaborazione di Tele Ambiente come media partner.

SILVANA LAZZARINO

 

NOTE BIOGRAFICHE DI CARLO TORRISI

CARLO TORRISI (Abu Manu) nato nel 1943, è poeta e pittore formatosi con Alberto Ziveri, artista della “Scuola Romana”. Negli anni ‘60, lavora come scenografo e costumista nel cinema e teatro d'avanguardia. Attività proseguite nella militanza politica che lo porta a lasciare l'Italia e a trascorrere decenni in Medio Oriente. Qui mette le sue capacità e conoscenze artistiche al servizio della Resistenza Palestinese, svolgendo intensa attività di propaganda attraverso produzione di testi, manifesti, illustrazioni, dipinti e organizzazione e documentazione fotografica di eventi.

Ha pubblicato le raccolte di poesie: Esilio (Dar Ila Al Amam, Damasco 1985) e Schegge (Dar Takwin, Damasco 2012). In Italia nel 1996 sono usciti Pietre e Racconti Mediorientali, entrambi con le Edizioni della Battaglia (Palermo), e Sibila il silenzio per la casa editrice Jouvence nel 2016.

 

La Voce del Nisseno online