Incontri

 
     
SAN CATALDO, AL VIA “INSIEME SI FA FESTA… RASSEGNA TEATRALE E INTRATTENIMENTO”

SAN CATALDO, AL VIA “INSIEME SI FA FESTA… RASSEGNA TEATRALE E INTRATTENIMENTO”

set 14 2018

di MICHELE BRUCCHERI – Dieci eventi promossi dall’associazionismo locale. Direttori artistici sono Maria Francesca Tona e Ivano Ferrara. Si inizia venerdì 21 settembre

 
 Il manifesto. In copertina, i due direttori artistici

 

Dieci appuntamenti teatrali a San Cataldo. Dal titolo semplice, eloquente, inequivocabile: “Insieme si fa festa… Rassegna Teatrale e Intrattenimento”. A promuovere la lodevole kermesse sono l’associazione culturale e artistica Compagnia Stabile “Teatro Insieme”, l’associazione culturale “Raimondo Ruggieri art company” e la Cooperativa Lavoro “Nuova Civiltà”.

 

Sono, tra l’altro, reduci del grande successo conseguito con la precedente rassegna “Teatro & Company” che è terminata ad aprile. Sostanzialmente è stato un doveroso omaggio a tre illustri e prestigiosi artisti sancataldesi morti prematuramente. Tre personaggi che non vanno dimenticati: Matteo Scarlata, Sergio Cazzetta e Raimondo Ruggieri.

 

Un palinsesto ricco ed interessante. Si alzerà il sipario “con il vestito a festa”, dichiarano al nostro periodico d’informazione La Voce del Nisseno (versione online) i due direttori artistici della stagione teatrale e di intrattenimento: Ivano Ferrara e Maria Francesca Tona. Entrambi, da anni, collaborano proficuamente.

 

Si parte venerdì 21 settembre. Presso l’Istituto Fascianella di San Cataldo andranno in scena diverse commedie brillanti: “A casa ru malu ripuoso”, “Siete Pupi”, “Fumo negli occhi”, “My name is 877”, “Gatta ci Cova”; il dramma “Le Ultime Lune”, due spettacoli legati alle tradizioni popolari della Sicilia (Racconti Siciliani il 27 ottobre e Ritratti di Sicilia il 17 novembre); una serata danzante, ad ottobre (sabato 28), dedicata agli anziani con varie degustazioni e musica dal vivo, dal titolo “La Balera”; a dicembre, infine, ci sarà “Insieme per una Voce”, un interessante Festival Canoro per ragazzi.

 

Hanno aderito alcune compagnie provenienti non solo da San Cataldo, ma anche da Caltanissetta, Sommatino e Cefalù. Da sottolineare un ragionamento semplice e importante: non ci sarà nessuna competizione tra le diverse compagnie. Lo dichiarano chiaramente gli organizzatori. “C’è solo la volontà di divertire il pubblico o di emozionarlo con i lavori teatrali in programma”, ammettono all’unisono i due dinamici direttori artistici.      

 

“Abbiamo cercato di accontentare tutti, grandi e piccini - concludono entrambi -. Siamo grati alla

collaborazione delle varie realtà artistiche che sono le vere protagoniste di questa iniziativa. Ricordiamo che parte del ricavato sarà devoluto alle due Comunità Alba e Germoglio che fanno parte della struttura che ci ospita”.

 

MICHELE BRUCCHERI

La Voce del Nisseno online