Incontri

 
     
NAPOLI, SI È CONCLUSA LA STAGIONE DI CONCERTI JAZZ CON DANIELE SCANNAPIECO QUARTET

NAPOLI, SI È CONCLUSA LA STAGIONE DI CONCERTI JAZZ CON DANIELE SCANNAPIECO QUARTET

giu 12 2018

di DANIELA VELLANI – L’Associazione Music Art dà appuntamento ad ottobre con la nuova programmazione. La Voce del Nisseno narrerà gli eventi con la nostra corrispondente partenopea   

 

 
 Daniele Scannapieco

Con un evento speciale e di altissimo livello si è conclusa la stagione di concerti jazz dell’Associazione Music Art. Nei giorni scorsi, Daniele Scannapieco Quartet ha calcato la scena dello storico jazz club napoletano della Riviera di Chiaia presieduto da Ennio Forte, con la direzione artistica di Giuseppe Reale e la collaborazione di sua moglie Hermina e Giuseppe De Lollis.

 

La formazione, costituita da Daniele Scannapieco al sax, Michele Di Martino al piano, Tommaso Scannapieco al contrabbasso e Stefano Tatafiore alla batteria, ha regalato emozioni e coinvolto fortemente il pubblico, presentando standard e brani della migliore tradizione jazzistica americana come Bernie's Tune di Mulligan, Shadow Of Your Smile, I With I Knew, Here's That Rainey Day e Honeysukle Rose. La maestria, gli ottimi arrangiamenti ed il collaudato feeling dei quattro artisti hanno caratterizzato le ricche e coinvolgenti esecuzioni dei brani. Ciascun musicista si è espresso attraverso improvvisazioni che hanno messo in evidenza non solo l’ineccepibile tecnica, ma anche talento e virtuosismo. Non sono mancati dialoghi di “domande e risposte” tra gli strumenti, caratterizzati da un intercambiabile gioco musicale, reso particolarmente stuzzicante e avvincente grazie all’interplay consolidato.

 
 Michele Di Martino, Tommaso Scannapieco e Stefano Tatafiore

 

Il brano di apertura, Body And Soul, ha visto subito protagonista il sax che con la sua voce limpida e potente ha scaldato l’ambiente per poi interagire con i ricami del pianoforte e la brillante sezione ritmica. Le esecuzioni si sono susseguite creando di volta in volta ora atmosfere vivaci ed effervescenti e ora soft e raffinate. I fraseggi del sax hanno spesso abbracciato gli interventi incantevoli del pianoforte, mentre la sezione ritmica con la sua vigorosità ha contribuito a creare una contagiosa e positiva sinergia. La musica bella e fluida, con passaggi morbidi a tratti incalzanti e a tratti suggestivamente dissolventi, si espandeva come sprigionata da una tavolozza di colori, regalando pennellate cromatiche che assemblavano le sonorità armoniosamente.

 

Gli ultimi due brani hanno visto protagonista il giovane talentuoso e promettente trombettista Antonio Scannapieco, figlio di Tommaso, che è intervenuto con grinta,  bravura e padronanza regalando nuove emozioni. Bellissima la sua interpretazione di Lotus Blossom di K. Dorham con cui si è concluso il concerto tra gli applausi del pubblico visibilmente soddisfatto. Appuntamento dunque a ottobre con la nuova programmazione che sarà come sempre all’insegna dell’ottimo jazz.

 

DANIELA VELLANI

La Voce del Nisseno online