Incontri

 
     
SERRADIFALCO, IN SCENA LA COMMEDIA BRILLANTE “LA FORTUNA CON LA F MAIUSCOLA”

SERRADIFALCO, IN SCENA LA COMMEDIA BRILLANTE “LA FORTUNA CON LA F MAIUSCOLA”

mag 16 2018

di MICHELE BRUCCHERI – A firmare la regia è Gianni Di Giorgi dell’associazione culturale “Pier Giorgio Frassati”. Appuntamento per sabato sera al teatro comunale “Antonio de Curtis” 

 
 

L’associazione culturale “Pier Giorgio Frassati” presenterà sabato sera (ore 21) – presso il teatro comunale “Antonio de Curtis” di Serradifalco – la commedia brillante in tre atti “La Fortuna con la F maiuscola”. Si tratta di un testo del grande Eduardo de Filippo e Curcio, adattato dalla compagnia. La regia è firmata da Gianni Di Giorgi, “pilastro” sin dalla nascita della realtà teatrale. E’ un appuntamento inserito nell’ambito della stagione teatrale 2018 “Sipario Aperto” di cui è punto di riferimento Vincenzo Volo. Nel foyer, la mostra intitolata “Vissuti d’autore”. Esporrà le sue opere Gabriele Fasciana.

“Il sipario si apre sull’interno di una casa in decadenza, la miseria si sente e ‘la fa da padrona’. In quest’habitat dal sapore antico prende vita ‘La fortuna con la effe maiuscola’, che incarna tutta l’arte della commedia: fatta di equivoci, disavventure tragicomiche”, racconta alla versione online de La Voce del Nisseno il regista.

“La commedia ci narra di un uomo, Giovanni, che vive in miseria con sua moglie Agatina e suo figlio adottivo Pitruzzu, in attesa che per loro cambi qualcosa e la sorte inizi a sorridergli. Purtroppo, egli è perseguitato da un destino ostile e beffardo che trasforma quello che per lui potrebbe rappresentare un colpo di fortuna, ovvero legittimare un falso figlio (il nobile Furio) per diecimila lire, in una enorme disgrazia”, prosegue Di Giorgi.

E conclude, nella spiegazione: “Lo stesso giorno, infatti, gli viene comunicata la notizia (dal notaio amico di famiglia) di una grossa eredità che egli potrà riscuotere solo in caso di mancata progenie. Si arriva così, dopo accadimenti vari ed esilaranti colpi di scena, alla conclusione che, nella vita, la fortuna, prima o poi, presenta un conto al quale non ci si può sottrarre e che, quella con la effe maiuscola, si debba pagare con un grande sacrificio che il nostro protagonista è sicuramente pronto a fare a beneficio di tutta la famiglia”.

Ecco infine personaggi e interpreti della commedia: Giovanni (Giuseppe Aronica), Agatina (Serena Nuccio), Pitruzzu (Giovanni Nuccio), Turidda (Maria Chiara Barone), Carmela (Tanya Morreale), Notaio (Roberto Tuttolomondo), Avvocato (Salvatore Amico), Furio (Adriano Amico), Amalia (Paola Scarciotta) e Vincenzo (Antonio Bruno).

MICHELE BRUCCHERI

 

La Voce del Nisseno online