Incontri

 
     

La Voce del Nisseno online

 
     
TERESA MARCHESE RAGONA: «HO LAVORATO PER IL BENE DEL MIO PAESE»

TERESA MARCHESE RAGONA: «HO LAVORATO PER IL BENE DEL MIO PAESE»

mar 22 2018

LA LETTERA. L’ex assessore comunale di Serradifalco ai Servizi sociali e Solidarietà, Politiche della Famiglia e Pari opportunità, Formazione e Pubblica istruzione snocciola il suo lavoro amministrativo

 

 
 Teresa Marchese Ragona

Caro Sindaco Leonardo Burgio,

dopo due anni e mezzo di intenso, proficuo e sinergico lavoro insieme è arrivato il momento di lasciare l'incarico assessoriale da Te affidatomi nel Giugno 2015 per ragioni politiche relative ad accordi preelettorali, accordi che oggi sento il dovere di onorare nel rispetto di tutte le forze politiche che ti hanno appoggiato ma soprattutto nel rispetto del mio gruppo politico che mi ha dato l'onore di farsi rappresentare in giunta. Governare al tuo fianco e insieme alla nostra squadra è stato un privilegio. La fiducia che hai riposto in me, scegliendomi come assessore, vissuta con senso di autentico rispetto verso te, la giunta, il segretario e dipendenti tutti mi ha permesso di vivere un'esperienza molto positiva, che ha contribuito in modo determinante alla mia crescita umana, professionale e politica e mi ha fatto capire quanto sia importante il coraggio, l'energia, la determinazione e la passione per poter fare la politica che serve ai cittadini.

In questi anni del mio mandato mi sono occupata di un settore molto delicato che guarda ai bisogni di una parte significativa e delicata della società che merita di essere ascoltata e soprattutto tutelata: bambini, adolescenti, anziani, disabili, e che in quanto tale ha richiesto un impegno costante e quotidiano, coinvolgendomi emotivamente. Ho lavorato con massima onestà e trasparenza verso Te, i miei colleghi, consiglieri comunali tutti e con chi mi ha proposto idee relative al mio settore mettendo a disposizione la mia professionalità, il mio tempo e la mia determinazione cercando di dare attenzione a tutti gli ambiti del mio assessorato con un unico obiettivo: lavorare per il bene del mio paese dei miei cittadini, consapevole che ogni persona ha bisogno di essere ascoltata e considerata.

Tra gli impegni portati avanti c'è quello dell'incarico, tramite Terre di Collina, all'assistente sociale. Insieme siamo riusciti a destituzionalizzare minori che da anni erano accolti all'interno delle comunità alloggio ed evitato l’istituzionalizzazione di altri minori a rischio attraverso la costruzione di una rete di sostegno e collaborazione che ha privilegiato certamente la famiglia come ambiente di crescita primario per il minore. Inoltre abbiamo avviato il servizio civico e rosa, piani individualizzati per soggetti disabili ed altri servizi che richiedevano la sua imprescindibile presenza; attivazione e completamento dei lavori di ristrutturazione dell'asilo nido che ci hanno consentito di poter parlare di una riapertura dello stesso garantendo un servizio a tutte quelle famiglie che hanno la necessità di fruirne; direttive per la refezione scolastica affinché a partire dal prossimo anno scolastico si proceda all'affido dello stesso per tre anni e per tempo, evitando i disagi che si sono verificati in passato; attivazione del progetto “a spasso con…” promosso dall'Amministrazione comunale in sinergia con l'unità operativa “educazione alla salute aziendale” dell'ASP di Caltanissetta in rete con le associazioni locali.

Obiettivo del progetto è di contrastare l'isolamento e la sedentarietà nell'anziano attraverso azioni di promozione dell'attività motoria. Questo è un progetto pilota che ci consentirà di raggiungere un altro obiettivo che l'Amministrazione vorrà raggiungere ovvero quello di promuovere nuovi servizi a misura dell'anziano, trasformando l'anziano come risorsa attraverso la sinergia tra il pubblico e il privato tra Comune e ASP, mediante protocolli d'intesa con le associazioni e presentare proposte concrete e non esistenti all'assessorato regionale di competenza affinché l'anziano abbia le adeguate risposte ai suoi bisogni; progetto affido eterofamiliare “accogli un bambino” un intervento di aiuto e sostegno al minore la cui famiglia, temporaneamente, non è in grado di garantire cure fisiche, educative ed affettive.

Accreditamento distrettuale degli enti del terzo settore per i servizi di assistenza all'autonomia e comunicazione e servizio igienico personale in favore degli alunni disabili il cui finanziamento a partire da quest'anno non avverrà attraverso fondi comunali ma distrettuali; ridimensiona-mento scolastico per l'anno 2018/2019: insieme al Sindaco abbiamo presentato in sede di comitato dei sindaci, che hanno approvato, la proposta di accorpamento dell'istituto di Milena Montedoro Bompensiere all'istituto di Serradifalco in modo da non perdere l'autonomia garantendo stabilità nel tempo; dato la possibilità ai disabili psichici residenti presso il comune di Serradifalco inseriti nel progetto distrettuale “vita indipendente”, al momento sospeso, di continuare la loro permanenza presso i gruppi appartamento attraverso finanziamenti comunali; organizzazione delle tradizionali feste legate alla nostra cultura serradifalchese; per la gioia dei nostri bambini, ma anche dei più grandi siamo riusciti a riportare alla luce il nostro Carnevale organizzando ben due edizioni nonostante le difficoltà economiche. In particolar modo abbiamo realizzato la sfilata a tema delle classi dell'Istituto comprensivo e il concorso della “maschera più bella”, a cui hanno partecipato più di 100 bambini, riscuotendo grande successo.

Grazie al progetto proposto dall'associazione AUSER di Serradifalco siamo riusciti a rendere più vivibile la villa “Livatino” e a sistemare l'area giochi per bambini; sono stati attivati servizi di assistenza domiciliare integrata e assistenza domiciliare per disabili gravissimi; beneficio economico per le persone con disabilità gravissima (legge regionale 1 marzo 2017); R.E.I.; è stato concesso all'Istituto comprensivo il trasporto in favore dei ragazzi diversamente abili frequentanti la scuola media inferiore per consentire loro di recarsi presso il TC di Caltanissetta in modo da prendere parte al progetto intitolato “tennis anch' io”; servizio P.U.A - Punto unico di accesso attivo presso gli uffici dei Servizi Sociali offre a tutti i cittadini servizi di consulenza, informazione, orientamento ed indicazioni ai Servizi socio-assistenziali; B.E.F.: borsa esperienza formativa che si propone di sostenere le fasce deboli attraverso una possibilità di inserimento sociale e lavorativo mediante l'erogazione di una borsa lavoro; home care premium assistenza domiciliare disabili che prevede un assegno corrisposto dall'INPS per assumere un assistente familiare (badante), e l'attivazione di servizi integrativi di cui sono previste numerose tipologie; agevolato il personale scolastico dell'Istituto comprensivo nel compito di vigilanza nel far salire e scendere gli alunni dai mezzi di trasporto attraverso l'ingresso nel cortile della scuola media “Polizzi” dello scuolabus ottemperando a quello che è la disposizione di legge; attivazione servizio minibus per gli anziani, per recarsi al mercato e al cimitero; erogazione di un sostegno economico per i soggetti affetti da SLA.

 
 L'assessore Teresa Marchese Ragona in occasione della manifestazione dell'8 marzo

E' stato attivato un percorso di alfabetizzazione linguistica per gli ospiti del progetto SPRAR mediante protocollo d'intesa con il CPIA di Caltanissetta; adesione al progetto Unicef “città amica dei bambini e degli adolescenti” portando avanti le azioni previste dal progetto; accoglienza di cinque salme di migranti morti nel mare; coinvolgimento attivo delle scolaresche cittadine per sensibilizzare tutti ad un corretto comportamento nei confronti dell'ambiente in occasione della Giornata ecologica organizzata dall'assessore all'ambiente Lillo Speziale. Siamo riusciti ad andare avanti nonostante il periodo storico in cui ci troviamo dove si parla di tagli più che di aumento di risorse tese a migliorare e soprattutto mantenere i servizi necessari per la comunità.

 
 Teresa Marchese Ragona

Ringrazio i dirigenti e tutti i dipendenti comunali, in particolare quelli del mio settore, per avere svolto i compiti affidati con meticolosità e con grande spirito di collaborazione, per avermi supportata, sopportata e coadiuvata durante il mio mandato nonostante le difficoltà riscontrate e diligentemente superate con reciproco sostegno e aiuto che spesso è andato oltre il rigido rispetto dei ruoli. Il loro lavoro è una risorsa preziosa per la nostra comunità poiché rappresentano il motore dell'attività amministrativa, che ovviamente non può prescindere da una sana e prudente gestione che solo una buona compagine amministrativa riesce ad assicurare.

Ringrazio di cuore il Segretario Comunale, dott. Rosario Alaimo Di Loro garante di tutta l'Amministrazione comunale e del Consiglio per il valente supporto datomi e per la sua magnifica capacità di coniugare la rigorosità legale con le esigenze della situazione reale. Ringrazio i miei colleghi con i quali ho condiviso tanto e lavorato in un clima di armonia e disponibilità e nonostante le difficoltà burocratiche e le ristrettezze finanziarie siamo riusciti insieme, nel nostro lavoro di squadra a dare un chiaro segno di novità e rinnovamento. Ringrazio le persone con le quali ho lavorato a più stretto contatto: i consiglieri Rosa Volo, Basilio Martino, Serena Nuccio, Lina Cigna, Enza Surrenti e al Consiglio tutto. Alle istituzioni scolastiche, ai partner dei progetti in atto, alle associazioni cittadini tutti con cui ho mantenuto sempre un contatto diretto, va il mio sentito ringraziamento per il proficuo lavoro condiviso insieme per le continue e puntuali sollecitazioni che mi hanno aiutato ad essere vigile rispetto alle tante problematiche di questo Comune e per le proposte avanzate, molte delle quali sono state attuate.

Lascio con animo sereno ricco di bei ricordi e colmo di soddisfazioni nel rispetto degli accordi politici consapevole di non aver profuso invano le mie energie e il mio tempo a vantaggio dei nostri cittadini. Credo si possa contribuire al bene comune anche a prescindere da un ruolo istituzionale ed è per questo che la mia esperienza e la mia competenza restano al servizio di Serradifalco, che necessita dell'impegno e della dedizione di tutti noi, nessuno escluso. Ringrazio ancora Te e il mio gruppo politico per avermi concesso l'onore e la possibilità di potermi mettere al servizio della mia Città senza interesse alcuno che non fosse il bene della nostra cittadina. Auguro a Te e all'intera Amministrazione, il Consiglio comunale buon lavoro e di poter continuare il nostro impegno per la Città con l'entusiasmo e la determinazione che ci ha contraddistinto sino ad oggi.

TERESA MARCHESE RAGONA