La Voce del Nisseno online

 
     
SERRADIFALCO, ALAIMO MOBILI ARREDI TRA ESPERIENZA ED INNOVAZIONE

SERRADIFALCO, ALAIMO MOBILI ARREDI TRA ESPERIENZA ED INNOVAZIONE

giu 06 2017

ECCELLENZE IMPRENDITORIALI. Una presenza sul territorio sempre più efficace. Un essenziale punto di riferimento nel Nisseno e nell'hinterland

 
 I fratelli Silvio e Salvatore Alaimo. In copertina, i fratelli Barbaro ed Enrico Alaimo 

Un'azienda moderna e innovativa che nasce, a Serradifalco, nel lontano 1956 da un'intuizione dei fratelli Enrico e Barbaro Alaimo. Iniziando la professione di artigiani, danno vita ad una bottega che diventa un essenziale punto di riferimento nel Nisseno e nell'hinterland. Dopo un ventennio dedicato esclusivamente alla produzione di mobili da cucina, tavoli, camere e sale, il passo successivo fu un necessario e adeguato ampliamento che, di fatto, caratterizzò il punto di svolta. Oltre allo spazio produttivo, venne creato anche quello espositivo. E in quegli anni era veramente una peculiarità, un vero e proprio fiore all'occhiello.

Nasce quindi la Fratelli Alaimo arredamenti. L'azienda ha una marcia in più. Le ditte leader investono e raggiungono la massima precisione costruttiva. I due artigiani si affidano totalmente alle migliori aziende del settore dell'arredamento. Con lungimiranza, riescono ad allestire un vasto spazio espositivo. La ditta cresce e grazie anche all'aiuto dei figli, Enrico (oggi 78 anni) e Barbaro (77 anni), sono in grado di curare – con eleganza ed efficienza – l'aspetto esterno, dando un ulteriore taglio aziendale. Si dà vita ad Alaimo Mobili Arredi. E in quest'ultimo biennio, i fratelli Salvatore (51 anni) e Silvio (25 anni) - ricevendo il testimone - hanno alacremente rafforzato l'azienda. Una presenza sul territorio sempre più efficace. I due imprenditori del mobile, con acume hanno rinnovato l'intera mostra, investendo su prodotti attuali di aziende leader del settore dell'arredamento. Esperienza e tradizione si coniugano con innovazione, serietà e competenza. Sono gli ingredienti vincenti.                    

M.B.