Incontri

 
     
GIORNATA DELL’ACCOGLIENZA A SERRADIFALCO, GRANDE CONCERTO DEL GRUPPO ANNO DOMINI GOSPEL CHOIR DI TORINO

GIORNATA DELL’ACCOGLIENZA A SERRADIFALCO, GRANDE CONCERTO DEL GRUPPO ANNO DOMINI GOSPEL CHOIR DI TORINO

ott 16 2016

di MICHELE BRUCCHERI – Iniziativa promossa dal Circolo parrocchiale “Chiara Luce Badano” guidato da don Salvatore Randazzo. Incontro-testimonianza, premiazioni delle scuole vincitrici del concorso nazionale “Misericordia e accoglienza: una sfida possibile” e spettacoli al teatro comunale

 
 Un momento del concerto coinvolgente

Nell’ambito della Giornata dell’Accoglienza, a Serradifalco, c’è stato un grande concerto del gruppo Anno Domini Gospel Choir di Torino. Le loro voci, i loro canti, le loro musiche avvolgenti hanno accarezzato l’anima del pubblico presente. A presentare l’evento il giornalista Michele Bruccheri assieme alla brillante e solare Tania Buscemi.

Una formazione corale di notevole impatto emotivo, guidata egregiamente da Aurelio Pitino di origine siciliana (è nativo di Modica). Gli artisti che hanno impreziosito la manifestazione presso il teatro comunale “Antonio de Curtis” sono stati: Debora Sgro, Paola Guerra, Gessica De Carolis, Giulia Furci, Barbara Palmitessa, Simona Genta, Luca D’Aramo, Federica Tua, Roberta Pennisi e Paola Del Genio.

 

 
 Michele Bruccheri e Tania Buscemi assieme al gruppo Anno Domini Gospel Choir

Hanno sciorinato un repertorio assai pregiato, emozionante e coinvolgente. Guidati sapientemente da Pitino, già bravo autore e interprete di musica pop e dance, premiato nel 2003 a Roma, a Villa Borghese, con il prestigioso riconoscimento “Golden Graal” per l’impegno e la professionalità, hanno incantato il pubblico e fermato le lancette del tempo.

Partecipano a numerosi eventi e promuovono importanti festival, raccogliendo abbondantemente consensi e apprezzamenti. Si esibiscono in teatro, nelle piazze, nelle chiese, nei pub. Ovunque. Il loro nobile tentativo è istruire, informare ed educare i giovani alla Parola di Dio. Tramite il loro pregevole e raffinato talento, trovano la via maestra di far musica per diffondere il Vangelo.

Si sono già esibiti davanti a Papa Benedetto XVI e Papa Francesco. Ma anche nei congressi eucaristici. Due anni addietro a Sanremo hanno accompagnato Ralph Gualazzi e a Torino hanno cantato per l’ostensione della Sindone. Veramente un gruppo prestigioso, preparato e avvincente.

IL PROGRAMMA. Ricco e intenso il programma. Il circolo “Chiara Luce Badano” della parrocchia San Leonardo Abate, con in primis don Salvatore Randazzo, in collaborazione con diversi soggetti istituzionali, ha varato un palinsesto corposo e interessante. In mattinata di sabato, saluto di benvenuto ai partecipanti alla giornata denominata “Misericordia e accoglienza” presso Palazzo Mifsud. Visita guidata delle bellezze paesaggistiche e monumentali di Serradifalco a cura dell’associazione “Serra del Falco”, di cui è presidente Sergio Milazzo, e degli alunni degli istituti Mottura e Pietro Leone di Caltanissetta, nonché dell’Istituto comprensivo Filippo Puglisi del piccolo paese del Vallone. Dopo il pranzo a sacco dei partecipanti, giochi e laboratori.

INCONTRO-TESTIMONIANZA. ”La bellezza dell’accogliere” è stato il tema del convegno presso Pazzo Mifsud. A coordinare il meeting la professoressa Marilena Pelonero. Dopo il saluto del sindaco Leonardo Burgio, interventi di Giancarla Boreatti, del professor Gerardo Iacopino (direttore della UOC neurochirurgia Famiglie per l’Accoglienza della Sicilia), di Gabriella Tomai (giudice del Tribunale per i minorenni di Caltanissetta) e di Fabio Ruvolo (presidente della cooperativa Etnos). Un ruolo importante l’ha avuto l’Ufficio scolastico provinciale rappresentato dal dottor Salvatore Benfante Picogna.

 
 Michele Bruccheri e Tania Buscemi con la professoressa Marilena Pelonero

I MOMENTI AL TEATRO. A presentare la manifestazione presso il teatro comunale, Michele Bruccheri e Tania Buscemi. Hanno dato il ritmo alla serata. Dapprima, il musical a cura dei giovani dell’oratorio parrocchiale sulla tematica dell’accoglienza. Dopo i saluti di padre Randazzo e dell’assessore Teresa Marchese Ragona, le varie premiazioni. Presenti numerosi docenti e alunni. Tra gli altri, una delegazione molisana della scuola San Massimo Bojano di Campobasso con le docenti Wilma Bove ed Eva Caruso; una delegazione di Brolo (Messina), di Centuripe e Calascibetta (Enna). Il premio finale è stato attribuito ad Enza Sabino dell’istituto Ansaldi di Canturipe che consiste in un viaggio a Roma. Premiate con un attestato di merito le docenti Marilena Pelonero e Loredana Di Caro. Alcuni tra coloro che hanno premiato: Piero Carrubba (presidente del comitato provinciale Centro Sportivo Italiano),  Giuseppe Iandolino (vice presidente CSI) ed Enzo Spina (responsabile tecnico CSI). Dalla prima edizione del concorso nazionale sono giunti circa 600 lavori tra disegni, poesie, prodotti multimediali.

LE ESIBIZIONI. Nel corso della serata si sono esibiti Nicole Insalaco, 11 anni, violinista, accompagnata al piano dal Maestro Fabrizio Aquilina e il coetaneo undicenne Carlo Mistretta, oboista. I brani eseguiti da Nicole Insalaco sono stati “Salut d’amour” di Edward Elgar, “Love Theme” da Nuovo Cinema Paradiso di Ennio Morricone e Odissea veneziana dei celebri Rondò Veneziano. La giovane violinista (i suoi inizi sono stati sotto la guida del maestro Luigi Sferrazza) da settembre fa parte della Junior Orchestra dell’Accademia Santa Cecilia di Roma, dopo aver superato brillantemente un’audizione. Fa parte anche della “Fucina dell’arte” del Conservatorio “Vincenzo Bellini” di Palermo, dove studia. L’accompagnatore Aquilina, laurea di primo livello in pianoforte conseguita presso l’Istituto superiore di studi musicali “Bellini” di Caltanissetta, vanta un’intensa attività concertistica e frequenta numerosi master. Carlo Mistretta, oboista di 11 anni, si è esibito con il medley “La Califfa” di Ennio Morricone e “Sinfonia per un addio” dei Rondò Veneziano nel primo segmento e successivamente con il medley “Gabriel’s oboe” (sempre Morricone) e “Serenissima” dei Rondò Veneziano. Allievo del maestro Angelo Palmeri, studia lo strumento da quasi tre anni. Ha vinto numerosi premi e attualmente frequenta il secondo anno di studio presso l’Accademia musicale Santa Cecilia di Roma. Lo scorso giugno ha superato gli esami ed è stato ammesso a far parte della Young Orchestra che comprende giovani musicisti dai 16 ai 21 anni. Recentemente ha inciso il suo primo cd. Infine, già vincitore regionale parteciperà prossimamente, ad Abano Terme, alle finali nazionali nell’ambito del programma televisivo “Tra sogno e realtà”, in onda a novembre su canale Mediaset.

MICHELE BRUCCHERI