Incontri

 
     
CAVA DE’ TIRRENI, RASSEGNA “I CONCERTI DEI DOCENTI”: OMAGGIO A RAY DRAPER E AL JAZZ DI QUALITA’

CAVA DE’ TIRRENI, RASSEGNA “I CONCERTI DEI DOCENTI”: OMAGGIO A RAY DRAPER E AL JAZZ DI QUALITA’

set 14 2016

di DANIELA VELLANI – I protagonisti dell’evento sono lo spagnolo Alexandre Cerdà Belda, il lucano Rocco Zaccagnino, nonché i campani Giulio Martino e Leonardo De Lorenzo 

 
 Alexandre Cerdà Belda

 

A Cava de’ Tirreni (Salerno), presso la Sala Brengola a Piazza San Francesco, venerdì 16 settembre alle ore 20.30 per la rassegna “I Concerti dei Docenti” A. A. 2015/2016 organizzata dal Conservatorio di Musica “Martucci” di Salerno, avrà luogo un omaggio a Ray Draper e alla musica jazz di qualità. Protagonisti dell’evento saranno i seguenti musicisti: Alexandre Cerdà Belda al basso-tuba, Giulio Martino ai sassofoni, Rocco Zaccagnino alla fisarmonica e all’accordina, Leonardo De Lorenzo alla batteria.

 

I primi due brani previsti, Clifforf’s Kappa e Two Sons, sono stati composti da Raymond Allen Draper, il grande maestro di basso-tuba newyorkese scomparso nel 1982  che, oltre ad aver inciso diversi dischi in qualità di leader, ha collaborato con jazzisti storici, primo di tutti il grande John Coltrane con cui instaurò un proficuo sodalizio e con cui realizzò con alcuni lavori; tra i quali “Like Sonny” e “The Ray Draper Quintet featuring John Coltrane” da cui sono tratti i brani citati.

 

 
 Giulio Martino

Il programma proseguirà con l’esecuzione di brani facenti parte di un lavoro realizzato recentemente dal quartetto e che presto si concretizzerà nella produzione di un disco. Si tratterà di composizioni sia originali sia rivisitazioni di celeberrimi standard e ballad: “Three View Of A Secret” di Jaco Pastorius, “Una Muy Bonita” di Ornette Coleman, “Childre’s Play Song” di Bill Evans, “Fables Of Faubus” di Charles Mingus”, “Con Tres Palabras” di Osvaldo Farrès, “Buon Compleanno”, Spring Time” e “MagdaLuna” di Giulio Marino, “Clown & Circus” di Leonardo De Lorenzo, “L’incantatore” di Armanda Desidery” e “Comics” di Francesco D’Errico.

 

Sarà un evento assai corposo e di spessore, con ingresso libero, un vero e proprio invito all’ascolto di buona musica presentata da un quartetto che, all’insegna di un feeling vincente, fonderà sonorità e strumenti insoliti, un’occasione veramente unica per assistere ad uno spettacolo speciale.

 
 Leonardo De Lorenzo

 

Vi presento i protagonisti musicali. Alexandre Cerdà Belda è nato ad Agullent (Valencia) in Spagna. Docente di basso tuba presso il  Conservatorio di Musica “Martucci” di Salerno, è un musicista eclettico, impegnato in intense attività di solista, musica da camera, collaborazioni con le produzioni delle big band del conservatorio e orchestre jazz. Assidua è la sua presenza in festival e tour e vanta collaborazioni con diversi jazzisti.  Ha pubblicato “Sueño” per Tuba e Pianoforte e il metodo per Tuba.

 

Giulio Martino, docente di Musica d’insieme presso il conservatorio “Martucci” di Salerno, è un noto sassofonista jazz partenopeo (sax tenore e sax soprano). La sua pluriennale carriera in campo nazionale ed internazionale è ricca di attività concertistica, didattica, partecipazioni a festival, organizzazione di jam session, una proficua produzione discografica e molteplici collaborazioni con noti artisti.

 
 Rocco Zaccagnino

Rocco Zaccagnino, iscritto alla Scuola di Jazz presso il Conservatorio di Musica di Potenza, è un giovane musicista lucano virtuoso e talentuoso. Suona l'organetto, la fisarmonica a piano e a bottoni e l’accordina. Si è laureato in Informatica presso l'Università di Salerno dove ha conseguito anche un dottorato in Computer Music. Leonardo De Lorenzo è un talentuoso batterista e compositore campano. Da diversi anni svolge una intensa attività concertistica e didattica ed effettua un corso di percussioni e musica d’insieme presso la Casa Circondariale di Lauro in provincia di Avellino. Conduce nelle scuole progetti laboratoriali. Fondatore e presidente dell’Associazione “Isola dei Girasoli”, mette la musica al servizio del sociale per dare voce a chi non ne ha o che è troppo debole per farsi ascoltare ed è ideatore e promotore del progetto “Musica in corsia”.

 

DANIELA VELLANI