Incontri

 
     
LEONARDO BURGIO: “ABBIAMO BISOGNO DI NORMALITA’ E TRASFORMARE IL COMUNE IN UN’AZIENDA”

LEONARDO BURGIO: “ABBIAMO BISOGNO DI NORMALITA’ E TRASFORMARE IL COMUNE IN UN’AZIENDA”

mag 11 2015

SERRADIFALCO. Il candidato sindaco confida: ci sono 49 progetti europei per il paese. Bisogna anche uscire dall’istituto dell’Ato. Speziale e Difrancesco saranno assessori in caso di vittoria

 

 

 
 Il candidato sindaco Leonardo Burgio

Anche Leonardo Burgio presenta la sua lista elettorale e la piattaforma programmatica per amministrare il paese. Il giovane imprenditore, candidato sindaco della lista civica “Chi ci crede vince – Per Serradifalco”, ha scelto piazza San Leonardo per illustrare il suo progetto politico. Massiccia partecipazione ed entusiasmo per il suo impegno sul fronte amministrativo. Con grinta ha parlato del coraggio di candidarsi e che quella piazza “è l’orgoglio del paese che merita il meglio”.

Accanto all’ex presidente del Serradifalco calcio che ha ottenuto numerosi successi sportivi, il vicesindaco in pectore Lillo Speziale (già segretario cittadino del Pd). L’altro assessore designato è il bancario Totò Difrancesco (è candidato anche per la massima assise cittadina). Entrambi hanno preso la parola nel corso della manifestazione elettorale di presentazione della lista. Gli altri candidati al Consiglio comunale sono: Sebastiano Amato, Vito Billone, Lina Cigna, Tanina Insalaco, Rosa Insalaco, Gioacchino Lombardo, Gioachino Magro Malosso, Basilio Martino, Anna Lisa Mulè, Serena Nuccio, Agostino Ricotta, Verdiana Russo ed Enza Surrenti.

“Il nostro interesse è per il paese e per la sua comunità - ha tuonato Burgio -. Il nostro è un programma progettato da parecchi mesi. Ogni nostro comizio sarà dedicato ad un tema. E il prossimo sarà sulla nettezza urbana. Abbasseremo i costi dell’immondizia. Un tempo, il nostro paese era pulito. Ora invece è pieno di erbacce. Abbiamo bisogno di tornare alla normalità”. Tra gli applausi dei suoi sostenitori, ha poi riferito che i finanziamenti europei per Serradifalco ammonterebbero ad oltre 500 milioni di euro (94mila euro ad abitante) in 49 progetti. Prossimamente verranno illustrati nel dettaglio.

 
 Burgio presenta la lista al Consiglio comunale

“Non bisogna rassegnarsi - ha proseguito -. Bisogna trovare soluzioni. Chi sta in mezzo alla gente, conosce i suoi problemi. Dobbiamo trasformare il Comune in un’azienda efficiente. Tutti dobbiamo fare il nostro dovere e servono i fatti, nella vita”. Parlando, infine, del suo gruppo che vanta ben 120 dipendenti, ha vagamente accennato all’attacco “subdolo e schifoso” subito nei giorni scorsi in merito al procedimento amministrativo e relativo annullamento (inerente il provvedimento di sospensione dell’inibizione dalla prosecuzione della gestione del bingo nella sala a Palermo). Ha informato di aver presentato una denuncia alla Digos ed ha definito il gesto dell’ignoto “codardo e vigliacco”.

Lillo Speziale ha parlato della passione e della competenza di Burgio. E che l’attuale progetto politico-amministrativo è “proiettato verso il futuro”. Secondo l’assessore designato, “la politica del passato era priva di coesione. Oggi abbiamo creato qualcosa di innovativo. Con questo progetto si va oltre. Ci siamo noi con le nostre idee e i nostri valori. Chiederemo il ripristino dei vigili urbani per garantire meglio la legalità. Bisogna intraprendere una seria raccolta differenziata. Siamo una squadra di persone umili al servizio del paese. Chiediamo il vostro sostegno”.

Per Speziale, ancora, vanno organizzate iniziative per coinvolgere la gente e far crescere l’economia; va valorizzato meglio il territorio per creare sviluppo occupazionale; bisogna puntare sul turismo ambientale (Lago Soprano) che porterebbe vantaggio economico al paese.

 

 
 Altri candidati

L’altro assessore in pectore, Totò Difrancesco, ha dichiarato che metterà al servizio della comunità la sua presenza, il suo quotidiano impegno e la qualità (“ho accettato l’incarico con spirito di sacrificio”). E l’imprenditore Iano Amato, cinque anni fa candidato sindaco con una lunga esperienza in seno al Consiglio comunale, ha asserito: “Amo questo paese. C’è bisogno di un forte impegno in favore di Serradifalco. Abbiamo una bella lista. La migliore, per noi. Cambieremo il paese. In meglio. L’imprenditore non ha mai il problema, ha sempre la soluzione. Scriveremo una pagina nuova del paese. Chiediamo la vostra fiducia e il nostro impegno sarà quotidiano, costante. Parco urbano e campo sportivo, ad esempio, diventino fonte di reddito per il nostro paese. Leonardo Burgio ha grande grinta per amministrare la nostra comunità”.

Tra le linee programmatiche della lista civica, vi è la determinazione a “riqualificare la spesa dell’Amministrazione comunale, pianificare e programmare una sana politica di gestione dei rifiuti, creare una nuova cultura della composizione e raccolta della diversità dei rifiuti prodotti e avviare ogni azione possibile per consentirci l’abbandono della fallimentare formula dell’Ato. Dall’istituto dell’Ato si deve uscire”.

Ci sarà un sostegno in favore delle fasce deboli, e “la scommessa più grande, questa comunità la giocherà nella ricerca di finanziamenti in ambito europeo. Senza la riqualificazione dell’azione di arruolamento di risorse economiche – si legge nel programma del candidato sindaco Leonardo Burgio – non possiamo assolutamente avere l’ambizione di essere Comune d’Europa”.

Per Burgio, infine, “qualunque progetto dovrà essere condiviso con la comunità”. Verrà avviato un monitoraggio civico continuo. “E’ da questo impegno – conclude – e da questa responsabilità che rinasce la speranza e la fiducia per tornare a vivere in un Paese d’Europa. Chi ci crede, vince”.

MICHELE BRUCCHERI