Incontri

 
     
CALTANISSETTA, “TESTIMONI DEI DIRITTI AL SENATO”: MENZIONE SPECIALE PER L’ISTITUTO MARTIN LUTHER KING

CALTANISSETTA, “TESTIMONI DEI DIRITTI AL SENATO”: MENZIONE SPECIALE PER L’ISTITUTO MARTIN LUTHER KING

gen 19 2021

di MICHELE BRUCCHERI – SCUOLA. Soddisfazione per la “Pietro Leone”. Docente referente del progetto Marilena Pelonero. La dirigente: “Compito della scuola è quello di formare i cittadini del futuro”

Menzione speciale nell’ambito del concorso nazionale “Testimoni dei Diritti al Senato” (progetto “Scuola e Persona” intitolato “Ogni persona ha valore”) per gli alunni della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo “Martin Luther King” di Caltanissetta del plesso “Pietro Leone”. Una grande soddisfazione, dunque, per la dirigente scolastica Rosa Cartella che guida la struttura nissena. Analogamente, un’enorme gratificazione per la professoressa Marilena Pelonero, la docente referente del percorso formativo che ha seguito gli studenti, coadiuvata dai professori Maria Teresa Cordova e Claudio Piccini per la sezione concernente i valori dello sport. L’anno scorso, il progetto ebbe la collaborazione della professoressa Di Caro.

Un progetto, quindi, che ha la finalità di favorire la crescita dei sacri valori del rispetto per ogni individuo, di accoglienza e di solidarietà. Un progetto presente nella scuola da parecchi anni. Indubbiamente, un percorso lungo e impegnativo. Tuttavia, gli alunni hanno sempre lavorato “con costanza e dedizione”, spiegano i docenti, sulla falsariga della motivazione espressa dalla Commissione, formata da membri del Senato sui diritti umani e del Miur.

La motivazione recita: “Per l’entusiasmo e l’impegno con cui i ragazzi, attentamente indirizzati dai docenti, hanno operato nonostante le difficoltà legate all’emergenza sanitaria”. Sostanzialmente, dopo aver superato la fase regionale (L’Usr Sicilia ha selezionato il progetto dell’Istituto comprensivo “Martin Luther King” tra le numerose scuole siciliane partecipanti), gli alunni hanno curato la pubblicazione periodica di tutte le attività svolte, sul sito istituzionale del Senato per i ragazzi fino a giungere alla selezione nazionale tra le varie scuole italiane.  

Concretamente, il bando chiedeva di scegliere un articolo della dichiarazione universale dei diritti umani e di fare delle proposte di concreta attuazione nel territorio. Si è deciso per l’articolo “Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e coscienza e devono agire in spirito di fratellanza”.

Questa scelta è scaturita dal fatto che “ai ragazzi stava molto a cuore questo tema ed avevano il desiderio di conoscere le leggi, ma anche di ‘vivere’ delle esperienze sia a livello locale che internazionale che potessero aiutarli a diventare cittadini attivi e consapevoli”, dichiara a La Voce del Nisseno (versione online) la professoressa Marilena Pelonero. A tal proposito, gli alunni hanno vissuto esperienze dirette incontrando i protagonisti di vari settori della società e hanno svolto le attività più disparate.

Gli studenti hanno avuto modo di incontrare personaggi dello spettacolo e dello sport quali Gianluca Zambrotta, Roberto Cammarelle, Irma Testa, i cooperanti del Libano, i volontari di associazioni di volontariato di Caltanissetta che si occupano di aiutare le persone più bisognose, come ad esempio Croce Rossa e Migrantes. In occasione del Natale, poi, gli alunni non hanno voluto rinunciare a dei momenti solidali in favore delle persone cui sono molto legati: i bambini in difficoltà, gli anziani della casa di riposo, i ragazzi diversamente abili di alcune comunità del capoluogo nisseno e dei bambini adottati a distanza in Africa.

La dirigente scolastica Rosa Cartella ha evidenziato: “Compito della scuola è quello di formare i cittadini del futuro. I ragazzi sono i nuovi cittadini, vivono il territorio, si rendono conto di ciò che li circonda, in particolare delle problematiche sociali e ne prendono atto intervenendo attivamente. Sono orgogliosa dei miei studenti, come dice Charles Hardy ‘La cittadinanza è l’occasione per fare la differenza nel luogo in cui appartieni’”.

Al termine del percorso è stato rilasciato un semplice questionario di gradimento rivolto ad alunni e genitori coinvolti che ha dato esiti positivi. Il progetto, durante questi anni, ha già ricevuto notevoli riconoscimenti quali l’udienza privata da Papa Francesco in occasione del Dono Day, il primo premio per il video “Dono il mio tempo e ci guadagno” e il logo dell’Unesco per i valori dell’educazione e del rispetto.

La premiazione delle scuole selezionate si svolgerà presso il Senato della Repubblica di Roma. La data sarà stabilita compatibilmente alle restrizioni imposte dalla pandemia. Complimenti a questa scuola e ai docenti che sinergicamente ad alunni e genitori danno risposte concrete ed importanti.

MICHELE BRUCCHERI