Incontri

 
     
M5S DI SERRADIFALCO: UNA PROPOSTA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI

M5S DI SERRADIFALCO: UNA PROPOSTA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI

giu 12 2015

 
 I consiglieri comunali del M5S di Serradifalco

I neo consiglieri comunali chiedono la presidenza della massima assise cittadina, rinunciando all’indennità. La somma verrebbe investita per migliorare il servizio e per una pulizia più efficiente

 

I cinque neo consiglieri comunali del M5S di Serradifalco iniziano a sgranare il rosario delle proposte concrete. Infatti, hanno già avanzato la disponibilità all’assunzione della carica di presidente del massimo consesso civico. Rinunciando però all’indennità di carica prevista nel quinquennio. E quantificando la somma globale che con precisione ammonta a 54.314,20 euro.

Giuseppe Amico, Giuseppe Aronica, Daniela Bellavia, Emanuele Cagnina e Laura Petix propongono quest’assunzione di responsabilità “nell’ottica del rispetto di una funzionale dialettica democratica e di una reciproca lealtà politica”.  Questa disponibilità ad assumere il prestigioso incarico si inquadra nell’ambito del ruolo di garanzia, controllo e imparzialità che deve avere l’assemblea consiliare e che spetta, secondo i pentastellati, al gruppo di minoranza.

“Noi garantiamo – scrivono i cinque consiglieri comunali grillini -, per senso di servizio e nell’ottica di un risparmio per le già esigue casse comunale, la rinuncia all’indennità spettante al presidente del Consiglio comunale”. In subordine, “qualora la suddetta proposta non fosse accolta favorevolmente, confidiamo che il neo eletto presidente del Consiglio comunale rinunci all’indennità spettante”.

Per il gruppo consiliare M5S di Serradifalco, “le somme percepite dal presidente del Consiglio comunale a titolo di indennità verranno riversate nelle casse comunali ed incamerate dal Comune in un capitolo di entrata a destinazione vincolata, per essere utilizzate al fine di sostenere i costi inerenti la gestione dei rifiuti solidi urbani”. Dunque, nei rispettivi capitoli del bilancio di previsione verranno istituiti i relativi capitoli di entrata e spesa.

I 54.314,20 euro dell’indennità risparmiati verrebbero investiti, secondo i cinque consiglieri comunali del M5S, in questi termini: 6.700 euro per la manutenzione dei mezzi comunali, 20.000 euro per l’acquisto Porter, 10.000 euro per l’acquisto del mezzo elettrico per la pulizia dei vialetti del cimitero comunale, 5.614 euro per l’acquisto di varia attrezzatura per migliorare i servizi e, infine, 12.000 euro per l’acquisto di un nuovo automezzo per pulire le strade. Proposte mirate e concrete nell’interesse della collettività. Il cerino, adesso, ce l’ha in mano la maggioranza che ha vinto le recenti elezioni amministrative.

MICHELE BRUCCHERI