Incontri

 
     
SIGLATO UN PROTOCOLLO D’INTESA PER LA PROMOZIONE TURISTICA NEL NISSENO

SIGLATO UN PROTOCOLLO D’INTESA PER LA PROMOZIONE TURISTICA NEL NISSENO

lug 09 2015

In prima linea la Cisl Funzione Pubblica di Caltanissetta con il coordinatore Giuseppe Barone e il segretario generale Gianfranco Di Maria. Coinvolti numerosi soggetti istituzionali 

 
 Barone e Di Maria della Cisl Fp

 

Un importante protocollo d’intesa per la promozione turistica nel Nisseno. Tenaci e volitivi sostenitori di questo ambizioso progetto sono i sindacalisti della Cisl Funzione Pubblica di Caltanissetta, Giuseppe Barone, coordinatore, e Gianfranco Di Maria, segretario generale. I quali fanno esplicito riferimento alla valida iniziativa “di promozione turistica intrapresa dal Servizio Turistico Regionale – si legge in una nota – che attraverso diversi incontri con numerosi operatori pubblici e privati impegnati a vario titolo nel settore di riferimento, ha portato alla stesura finale di uno schema di protocollo d’intesa volto a promuovere iniziative finalizzate a una migliore qualificazione dell’offerta turistica locale e in particolare all’eventuale istituzione di una tourist card”.

Indubbiamente, il fronte turistico è un ambito nevralgico per lo sviluppo socio-economico del territorio. E non a caso, la Cisl FP di Caltanissetta individua parecchi soggetti istituzionali che possono dare una mano concretamente. Hanno indirizzato una lettera al dirigente generale del dipartimento regionale Turismo, Sport e Spettacolo, nonché al dirigente del Servizio Turistico del capoluogo nisseno, per conoscenza al sindaco di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo, e al commissario della Provincia regionale. Vi sono, inoltre, diversi attori istituzionali coinvolti. Tra questi: Camera di Commercio, Consorzio universitario, Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali, Museo regionale. Ed ancora, tra gli altri: Confindustria, Federalberghi, Confcommercio, Confesercenti, Assoturismo e Pro Loco di Caltanissetta.

“Riteniamo che lo schema di protocollo in argomento, sia stato un primo e validissimo  passo per una seria attività di promozione del turismo sul nostro territorio - spiegano Barone e Di Maria -. Ma c’e’ di più. Durante gli incontri sono state avanzate diverse proposte, nella maggior parte condivise da tutti, fra le quali è emersa quella ‘di andare oltre la semplice stipula della convenzione’ per cercare, tutti in sinergia, di realizzare finalmente un impiego razionale e produttivo delle risorse finanziarie, materiali, professionali mettendole a disposizione di tutta la comunità del nostro territorio per dare coesione sociale, sviluppo, crescita, occupazione”.

I due sindacalisti cislini proseguono: ”Siamo convinti che attraverso tutte quelle forme di pressione che un sindacato responsabile può mettere in atto ma anche e soprattutto attraverso un’azione coraggiosa e determinata di proposte concrete aventi l’obiettivo di neutralizzare gli effetti negativi dei provvedimenti di tagli lineari inutili, rilanciando a tutti i livelli progetti di riorganizzazione degli enti, del lavoro, dei servizi pubblici, con la  partecipazione dei lavoratori e le loro professionalità, si possa pervenire al rilancio della produttività anche nel settore pubblico sia a livello delle amministrazioni centrali che a livello di quelle locali”.

Barone e Di Maria, infine, suggeriscono e chiedono al dirigente del Servizio Turistico di Caltanissetta, Giuseppe Cigna, “l’immediata ripresa degli incontri con  lavori di programmazione della promozione turistica che, partendo da una presa d’atto dell’iter procedimentale del protocollo d’intesa, possa dare una concreta svolta all’economia del nostro territorio”.

Pertanto, si coinvolgeranno – negli incontri – gli enti locali, i servizi regionali, l’associazionismo presente nel territorio e le varie organizzazioni “che in passato sono già stati convocati e hanno positivamente partecipato ai precedenti incontri”. Speriamo che tutti i protagonisti di questo lodevole e ambizioso progetto facciano, finalmente, la propria parte.

MICHELE BRUCCHERI