Incontri

 
     
ROMA, PRIMO APPUNTAMENTO CON L’ARTISTA MAURIZIO MOCHETTI

ROMA, PRIMO APPUNTAMENTO CON L’ARTISTA MAURIZIO MOCHETTI

ott 10 2020

di SILVANA LAZZARINO – L’INIZIATIVA. Domani pomeriggio presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea. Secondo incontro il 18 ottobre al Museo Italiano dell’audiovisivo e del Cinema  

 
 Maurizio Mochetti

Restituendo immagini ed emozioni in divenire legate al contesto umano e sociale, ma anche con riferimenti all’ecologia, l’arte contemporanea offre nuove possibilità con cui rileggere il suo messaggio grazie anche all’incontro con la scienza. Proprio di scienza ed arte e di quelli che possono essere gli esisti di questo incontro in una costante trasversalità, tratta il progetto “Scegli il Contemporaneo. Tutte le immagini del mondo” che restituisce un nuovo modo di avvicinarsi all’arte, alla scienza, alla storia e alla relazione tra gli artisti e gli scienziati nella società.

Pensato nell’ambito della società “Senza titolo progetti aperti alla cultura” - impegnata da più di 10 anni in programmazione e gestione di servizi educativi e di mediazione culturale per musei e mostre sul territorio nazionale con esposizioni ed iniziative volte ad avvicinare il pubblico al patrimonio storico, artistico, e cinematografico, questo progetto a cura di Elena Scipioni, è vincitore dell'Avviso Pubblico Eureka! Roma 2020-2021-2022, che fa parte di “RomaRama 2020” palinsesto culturale promosso da Roma Capitale e realizzato in collaborazione con Siae.

In programma a Roma da domani al 15 novembre 2020 esso intende rivolgersi ad un pubblico sempre più ampio attraverso la promozione di incontri tra scienziati, ricercatori e artisti al fine di costruire una grande narrazione intorno a un luogo, a un museo, a un’opera che esalti il ruolo dell’immaginazione, della memoria e del sapere. Destinatario è un pubblico variegato formato  da adulti, famiglie, bambini, studenti delle scuole secondarie di I e II grado, studenti delle Università e delle Accademie, operatori culturali e insegnanti che negli spazi prescelti quali la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, il MIAC Museo dell’Audiovisivo e del Cinema, il Museo Laboratorio della Mente, il Museo Leonardo da Vinci, la Fondazione Volume!, la Centrale Montemartini e Cinecittà si Mostra  Istituto Luce Cinecittà, potranno apprezzare le visite guidate con artisti, storici dell’arte, curatori scientifici, educatori museali, unitamente a visite animate e laboratori. 

 
 Un'opera di Maurizio Mochetti

L’iniziativa, a carattere triennale intende concorrere all’attivazione del dialogo tra il mondo della cultura scientifica e la cittadinanza a partire dalla consapevolezza che oggi i musei non sono solo luoghi di contemplazione ma spazi di incontro per il pubblico dove stimolare la coesione e la crescita culturale. Il progetto il cui titolo fa riferimento alle riflessioni dell’artista Luigi Ghirri di fronte all’immagine della Terra scattata dalla Luna apparsa sui giornali in occasione dell’avvenuto sbarco del 1969, vuole dare espressione a quei collegamenti e associazioni inedite tra alcuni principi scientifici e le ricerche più attuali dell’arte contemporanea, mettendo in risalto quei processi comuni che li sottendono.

Pensando ai grandi temi come l’uomo, la natura e i grandi principi che regolano l’intero sistema, essi sono al centro dell’indagine sia dell’artista, sia dello scienziato che nel loro lavoro diverso per procedure e applicazioni, sono accomunati dal medesimo spirito intuitivo. Entrambe arte e scienza permettono di formulare un pensiero ed elaborare una rappresentazione complessa del mondo libera da preconcetti. “L’arte è supporto alla scienza nella sensibilizzazione del pubblico chiamato ad assumere decisioni rilevanti su temi scientifici, soprattutto ambientali, in ambito politico e civico.”

Da non perdere il primo appuntamento che si svolge domani presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea alle ore 16 con l’artista Maurizio Mochetti (Roma, 1940) che accompagnerà insieme ad uno storico dell’arte il pubblico adulto in un percorso personale attraverso una selezione delle opere della collezione permanente della Galleria Nazionale. Fin dagli anni Sessanta, Maurizio Mochetti ha indagato gli elementi e i fenomeni fisici dell’universo in una costante ricerca del rapporto tra l’essenza e l’evoluzione delle cose e la loro rappresentazione visiva. In particolare si è soffermato sulla luce intesa come materia, elemento da poter direzionare e veicolare su macchine, armi e aerei. Ai bambini è rivolta la visita animata con la guida di un educatore alla scoperta delle relazioni tra arte e scienza per osservare le opere d’arte con gli occhi curiosi degli artisti e degli scienziati, per rielaborare le pratiche artistiche contemporanee attraverso brevi attività laboratoriali.

Il secondo appuntamento è in programma per domenica 18 ottobre 2020 al MIAC-Museo Italiano dell’audiovisivo e del Cinema (Via Tuscolana, 1055) dove a partire dalle ore 16 sono previsti due percorsi rivolti rispettivamente ad adulti e bambini. L’astronomo Stefano Giovanardi, curatore scientifico presso il Planetario ed il Museo Astronomico di Roma con uno storico del cinema, propone per il pubblico adulto una visita interdisciplinare tra cinema e astronomia, tra arte e scienza. Il pubblico verrà condotto in un’esperienza di vista immersiva grazie al percorso interattivo del museo, alle installazioni multimediali e alle sale, compresi i giochi di suoni, luci e immagini in movimento che rimandano alla storia italiana del cinema e dell’audiovisivo per approfondire l’importanza dell’immagine nello sviluppo culturale e sociale del nostro Paese.  

I bambini saranno accompagnati in una visita animata con la guida di un educatore del museo entro un viaggio multimediale fatto di suggestioni sonore e visive per scoprire come nascono i suoni e le immagini in movimento, come si compongono e si frammentano per dar vita a magiche illusioni per i nostri occhi.

Le attività si svolgono nel rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid in ottemperanza alla normativa vigente. Nella Galleria Nazionale è presente un patrimonio inestimabile di capolavori italiani e stranieri che procede dal XIX secolo ad oggi dove spiccano nomi di prestigio del panorama internazionale.

SILVANA LAZZARINO