Incontri

 
     
“RITORNO ALLO STATO NATURALE: RITO E SCIAMANISMO CON LE CARTE DEI NAT”

“RITORNO ALLO STATO NATURALE: RITO E SCIAMANISMO CON LE CARTE DEI NAT”

mag 04 2020

di SILVANA LAZZARINO – IL LABORATORIO. Iniziativa per una nuova consapevolezza. E una visione più ispirata dell’esistenza. Gli incontri su piattaforma Zoom. A cura di Virginia Vandini

 
 Virginia Vandini

Tra i diversi seminari e workshop proposti in questi mesi attraverso la piattaforma zoom, in linea con le attività dell’Associazione “Il Valore del Femminile” e che accompagnano il programma della scuola di Counseling, di particolare interesse è il laboratorio condotto da Virginia Vandini ogni mercoledì dalle 18,30 alle 20,00 dedicato alla conoscenza dei Nat, spiriti guida del popolo birmano ovvero energie invisibili che dominano la natura compresa la psiche umana, cui si accompagna lo studio delle 37 Carte dell’omonimo libro. Questa conoscenza dei Nat e delle Carte avviene attraverso un approccio immaginale con cui riprendere un nuovo contatto con sé stessi a partire da quanto intorno in relazione al cosmo e alle sue energie.

Questo laboratorio “RITORNO ALLO STATO NATURALE: RITO E SCIAMANISMO CON LE CARTE DEI NAT” - che a maggio si svolge il 6, il 13, il 20 e il 27 - è basato sul lavoro esperienziale delle carte del Nat, potente ed efficace strumento per parlare con gli antenati, caratterizzato dall’incontro tra cultura animistica e birmana, psicologia simbolo-immaginale e filosofie naturali. I partecipanti sono guidati ad entrare in contatto con l’anima istintuale e con le energie invisibili che la caratterizzano per liberarsi dai condizionamenti della vita quotidiana e per rielaborare il rapporto con i propri avi attraverso l’utilizzo delle 37 carte del Nat. Questo recupero della conoscenza istintiva e di quelle energie invisibili presenti in essa aiuteranno ad avere un sentire più naturale che consentirà di vivere disagi e difficoltà come autentici patrimoni, come sorgenti di creatività e di unicità.

I Nat, in quanto Spiriti-Guida della cultura animistica birmana, rappresentano un legame profondo con gli avi. Le antiche etnie, ancora presenti nella foresta birmana, ritengono che vi sia una stretta connessione fra Nat, antenati e spiriti. Essi, i Nat, in quanto rivelazioni di una coscienza animistica istintiva, permettono all’anima umana di entrare in contatto con quelle forze cosmiche, che sono diretta espressione degli elementi della natura. Entro questa visione tutto è un’immagine prodotta dalla nostra stessa anima poiché parlando di ritiro delle proiezioni, i nostri disagi, le nostre difficoltà, i nostri antenati altro non sono che un aspetto della nostra psiche. Attraverso questa esperienza si acquisterà una nuova consapevolezza e una visione più ispirata dell'esistenza. Ogni incontro prevede lo studio di una carta dei Nat e una meditazione associata.

L’intero percorso formato da quattro incontri prevede un contributo di 80 euro, ma è possibile partecipare anche a un singolo incontro con un contributo di 25 euro. Nella quota sono comprese la dispensa specifica sul Nat affrontato con la descrizione delle pratiche e degli esercizi svolti e la registrazione audio dell’incontro (su richiesta). Le persone iscritte all’intero percorso qualora dovessero assentarsi potranno ricevere via email la dispensa e la registrazione degli incontri. Il percorso permette inoltre di ottenere il rilascio di crediti validi per l’aggiornamento professionale e per il percorso formativo in counseling presso la Scuola di Counseling Umanistico Centrato sulla Persona.

Per i non soci dell’Associazione “Il Valore del Femminile” è necessario versare la quota associativa di iscrizione di 5 euro con validità annuale. Per informazioni su come iscriversi al laboratorio dedicato ai Nat scrivere a: info@ilvaloredelfemminile.org

SILVANA LAZZARINO